Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Motori

A bordo della MINI Electric a New York

Central Park rappresenta un punto di partenza ideale per un tour della città inusuale

di Maria Chiara Fantauzzi

MONACO - Chiunque visiti New York per la prima volta si trova di fronte un gran problema: da dove partire nel viaggio alla scoperta della metropoli da otto milioni di abitanti? La città si estende per più di 1.200 chilometri quadrati, è uno dei poli commerciali più importanti del mondo e offre una selezione ricchissima di circa 500 gallerie, più di 200 musei, circa 150 teatri e non meno di 18.000 ristoranti. La risposta alla domanda diventa più facile se si sceglie di visitarla durante il periodo natalizio: Manhattan. Perché, probabilmente, in nessun'altra parte del mondo il periodo che precede le festività viene celebrato così vistosamente. Basti considerare che milioni di luci illuminano la città già da inizio dicembre. 

IL LUSSO - Il più che lussureggiante mare di luci è tipico della città, proprio come le strade piene di incroci, taxi gialli, limousine e pick-up. Il giro turistico nella MINI Cooper SE completamente elettrica (consumo di potenza combinato: 17,6 - 15,2 kWh/100 km secondo WLTP, 16,9 - 14,9 kWh/100 km secondo NEDC, emissioni di CO2 combinate: 0 g/km) crea un rilassante contrasto. Silenziosa e priva di emissioni, la MINI Electric scivola tra le strade di New York regalandole un assaggio della mobilità urbana del futuro. 

L'AMBIENTE - Persino a Manhattan, la MINI Cooper SE si muove abilmente tra energia sportiva ed elegante sobrietà. Il motore elettrico da 135 kW/184 CV la porta a 60 km/h in soli 3,9 secondi allo scattare del semaforo. Il piacere di guidare prolungato è quindi garantito. E quando le strade sono un po' più tranquille, i pedoni e i ciclisti vengono avvisati dell’approcciarsi del veicolo da un drive sound sviluppato appositamente per la MINI Electric e trasmesso dagli altoparlanti esterni a bassa velocità. 

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo