Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

A Francavilla al Mare il ritiro della nazionale italiana di paraciclismo

A Francavilla al Mare il ritiro della nazionale italiana di paraciclismo

L'obiettivo è la preparazione per le Paralimpiadi di Tokyo 2021, ma non solo

di Maria Chiara Fantauzzi

ROMA - Dalla prossima settimana si ripropone il felice connubio tra a Francavilla al Mare e la nazionale italiana di paraciclismo, pronta a fare ritorno sulla costa abruzzese dal 22 al 27 marzo nella location dell’Hotel Corallo, con l’organizzazione tecnica a cura dell’Addesi Cycling.

IL RITIRO AZZURRO - Con tutte le dovute cautele per contrastare il contagio da Covid-19, il ritiro azzurro vuole essere un’occasione di ripresa e di slancio dello sport paralimpico, in proiezione delle Paralimpiadi di Tokyo tra il 24 agosto e il 5 settembre, in cui la nazionale del commissario tecnico Mario Valentini vuole tornare a fare la voce grossa con i propri atleti sia nelle gare su strada che quelle a cronometro.

GLI EVENTI - Questo nuovo ciclo di allenamenti a Francavilla al Mare, con la presenza di una ventina di atleti, è finalizzato maggiormente alla preparazione verso i campionati italiani dell’11 aprile a Marina di Massa, per le prove di Coppa del Mondo in Belgio (Ostenda 6-9 maggio) e in Italia (Bassano del Grappa e Marostica tra il 13 e il 16 maggio), più i Mondiali in Portogallo a Cascais (9-13 giugno).

IL PATROCINIO - Il ritiro è patrocinato dall’amministrazione comunale di Francavilla al Mare ed ha il sostegno dei partner Emidio e Alfredo de Florentiis, Selmec, Itas assicurazioni Chieti Scalo, Free Bike, Filodentale e Kemipol.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati