Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

A Natale ancora più green: accelerazione in vista del mercato unico europeo

A Natale ancora più green: accelerazione in vista del mercato unico europeo

Ecco le tendenze 2021 secondo Ener2Crowd.com, la piattaforma italiana di lending crowdfunding energetico

di Maria Chiara Fantauzzi

ROMA - È sempre in crescita e sempre più green la finanza alternativa. «Tra private equity, minibond e crowdfunding stiamo parlando di un volume che nel 2021 salirà a 3 miliardi di euro: +12% rispetto al 2020» puntualizza Niccolò Sovico, ceo, ideatore e co-fondatore di Ener2Crowd.com, scelto da Forbes come uno dei 30 talenti globali under-30 del 2020.

A NATALE - A Natale, poi, gli investitori del crowd diventano ancora più “buoni” ed ancora più “green”, accelerando i loro investimenti anche in vista della nascita del mercato unico europeo. Ad esempio, il progetto di riqualificazione energetica in area Ecobonus 110% presentato da SAMSO SpA sulla piattaforma Ener2Crowd.com ha raccolto in appena 2 giorni 150 mila euro su un obiettivo totale di 300 mila euro.

IL FINANZIAMENTO - «Questo finanziamento prevede un tasso di interesse del 5,5% con una durata di 9 mesi al termine dei quali verrà restituito il capitale, mentre gli interessi vengono pagati trimestralmente» spiega Niccolò Sovico.

I GIOVANI - I progetti di Ener2Crowd.com sono tutti accomunati dal diretto coinvolgimento dei più giovani in iniziative volte a produrre un cambiamento concreto nella società. «Per sostenere la nostra vision “partecipativa” ed “inclusiva” stiamo proponendo una promozione speciale in occasione del Natale. In questo periodo su Ener2Crowd.com, una volta registrati, sarà infatti possibile invitare amici e conoscenti attraverso il codice personale “porta-un-amico” ed in questo modo sia le persone invitate che quelle che invitano riceveranno un bonus del +0,5% di rendimento. Per chi invita è possibile ottenere tanti bonus quanti amici o conoscenti aderiranno alla piattaforma» illustra Giorgio Mottironi, cso e co-fondatore di Ener2Crowd.com nonché chief analyst del GreenVestingForum, il forum della finanza alternativa.

LE TENDENZE 2021 - Non è tuttavia solo il crowd a voler fare la “rivoluzione energetica”. Anche le imprese hanno capito quanto sia profittevole investire in sostenibilità ambientale piuttosto che rimanere legati a vecchi modelli di sviluppo ormai non più sostenibili. Ed ecco allora le tendenze 2021 per gli investimenti condivisi secondo Ener2Crowd.com, la prima piattaforma italiana di lending crowdfunding energetico che viaggia oggi ad un volume di raccolta che supera i 100 mila euro al giorno, erogando finanziamenti da parte del “crowd” esclusivamente verso aziende che operano nel settore della Green Economy. In un “annus horribilis” come il 2020 —caratterizzato dalla pandemia— la finanza alternativa ha comunque continuato a supportare le piccole e medie imprese con un flusso di 2,7 miliardi di euro. «Il 2021 sarà poi un “annus mirabilis”: ogni euro investito nella Green Economy ne restituirà 2,5» sostengono gli esperti di Ener2Crowd.com secondo i quali —dal private equity al lending crowdfunding— la finanza alternativa supererà i 3 miliardi di euro (+12%), aprendo una nuova stagione per lo sviluppo sostenibile, in un anno in cui il nuovo regolamento europeo recentemente adottato consentirà alle piattaforme di operare su base trans-frontaliera.

IL LAVORO - E certo è che la transizione energetica verso le energie sostenibili e verso le fonti rinnovabili —ed in questo contesto il lending crowdfunding energetico— stanno modificando anche il mondo del lavoro: secondo le proiezioni elaborate da Ener2Crowd.com già ad oggi in Italia 3,2 milioni di persone hanno un green-job. Un investimento «green» —spiegano inoltre gli esperti— tramite gli strumenti della finanza alternativa come il lending crowdfunding: 1) rende da 3 a 10 volte in più rispetto —ad esempio— ad un BTP, a seconda che si scelga la modalità “flat” o “compound interest”; 2) permette l’accesso ad un numero di persone pari a 15 volte gli investitori che comprano titoli di Stato, garantendo un processo di partecipazione più ampio e più democratico; 3) consente una maggiore redistribuzione della ricchezza prodotta, in modo estremamente più diffuso; e 4) è in grado di ripagare il sistema Italia —attraverso la tassazione a cui è soggetto— dalle 3,5 alle 5 volte in più rispetto ai BTP.

LO SCENARIO - Per ogni settore l’avvicinarsi della Fine d’Anno è anche l’occasione per provare a immaginare quali saranno le tendenze per i 12 mesi successivi. Ecco allora lo scenario previsto da Ener2Crowd.com nella sua specifica nicchia di mercato: il lending crowdfunding. «Nel 2021 saranno circa 1.500 aziende italiane a provare a raccogliere capitale di rischio sulle piattaforme Internet autorizzate, con un funding pari a circa 400 milioni di euro» prevedono gli analisti di Ener2Crowd.com. Insomma vi sarà ancora una crescita del mercato. «In maniera particolare grazie ai piccoli e medi investitori che —temendo per l’eccessiva volatilità dei mercati tradizionali— decideranno sempre in maggior numero di rivolgersi ad uno strumento diverso e più attrattivo, investendo su progetti coraggiosi e di valore di imprenditori che, in questo modo, riusciranno ad avere accesso a fondi indispensabili per l’avvio e la crescita del loro progetto» sostiene Niccolò Sovico. D’altra parte le piccole imprese italiane hanno una enorme difficoltà di accesso al credito e questo le rende particolarmente propense a ricorrere al lending crowdfunding come ad una risorsa preziosa che può garantirgli la liquidità di cui hanno bisogno.

L'OPPORTUNITA' - «La crisi economica determinata dall’emergenza sanitaria ha colpito duramente sia le aziende che le persone. In molti hanno già perso o perderanno il loro posto di lavoro ed è facile immaginare come nel 2021 una buona parte di loro proveranno a mettersi in proprio. In questa prospettiva il lending crowdfunding potrà essere una grande opportunità come canale alternativo al finanziamento bancario —per molti ancora inaccessibile—, una leva importantissima per sostenere la crescita ma anche per adattare il proprio business ad un mondo radicalmente modificato dalla pandemia» conclude il ceo, ideatore e co-fondatore di Ener2Crowd.com.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Governo Draghi, c’è la fiducia del Parlamento: è la scelta giusta?

Risultati