Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

Accordo UE sulle regole del mercato elettrico

Un accordo migliore per i consumatori, inclusi contatori intelligenti e prezzi dinamici

di Giulio Calenne

BRUXELLES - Martedì la creazione di un vero mercato dell'elettricità nell'UE per integrare meglio le energie rinnovabili è stata provvisoriamente concordata tra i membri del Parlamento europeo e gli Stati membri dell'UE. Una revisione delle norme del mercato dell'elettricità dell'UE è stata concordata in via informale per affrontare gli ostacoli al commercio transfrontaliero di elettricità e creare un vero mercato europeo dell'elettricità in cui il 70% di tutta l'elettricità può attraversare liberamente i confini dell'UE. Ciò renderà più facile integrare l'energia rinnovabile nella rete elettrica e quindi sostenere gli sforzi per raggiungere l'obiettivo vincolante dell'UE del 32% di energie rinnovabili entro il 2030. Inoltre, si adopera per rendere il mercato dell'energia elettrica dell'UE più competitivo e orientato al consumatore.

LE NORME - Le norme dell'UE consentono attualmente alle autorità nazionali di pagare le centrali convenzionali in stand-by per un periodo di tempo limitato se c'è un picco di domanda o una carenza temporanea di energia rinnovabile (ad esempio, vento e sole), noti come meccanismi di capacità. Come richiesto dal Parlamento, il testo concordato prevede un'ulteriore valutazione dell'UE (insieme a quelle nazionali) sui rischi di una possibile carenza di energia elettrica negli Stati membri per evitare l'uso non necessario di tali eccezioni.

LIMITI - Inoltre, limiti più severi per gli Stati membri disposti a sovvenzionare le centrali elettriche come meccanismo di capacità impediranno alle centrali elettriche a carbone più inquinanti in Europa di ricevere aiuti di Stato. Le centrali che emettono più di 550 gr di CO2 / kilowattora di elettricità non ricevono sovvenzioni dallo stato per rimanere in stand-by in caso di picco della domanda di energia elettrica. Le misure si applicheranno a tutti i nuovi meccanismi di capacità dalla data di entrata in vigore del regolamento e a quelli esistenti dal 2025.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Parlamento, zona franca 25 maggio 2020 10:03

Parlamento, zona franca

I politici di casa nostra, anche durante il lockdown, hanno continuato a non dare il buon esempio

ROMA - “Quis custodiet ipsos custodes?”, o per meglio dire (visto che con la didattica a distanza di latino sul pc, ultimamente, se ne sta leggendo molto) “chi sorveglierà i...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati