Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Addio a Gino Falleri, Vicepresidente del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio

Addio a Gino Falleri, Vicepresidente del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio

Era nato nel 1926 a Mercatello sul Metauro (Pesaro-Urbino) e ricopriva la carica di Vicepresidente dal 1964

di Redazione di Cronaca Diretta

ROMA - Nella notte di ieri, a Roma, Gino Falleri, Vicepresidente del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, è morto all’età di 92 anni. Nato l’8 luglio 1926 a Mercatello sul Metauro (Pesaro-Urbino), ricopriva la carica di Vicepresidente dal 1964.

I PRIMI ARTICOLI - Laureato in giurisprudenza, Falleri cominciò a scrivere i suoi primi articoli attorno agli anni Cinquanta. Iscritto all’elenco dei pubblicisti dal 1957, la sua carriera ebbe inizio al Messaggero, per poi continuare con numerose testate.

LA CARRIERA - Nel corso della sua carriera, Falleri è stato un fondamentale promotore del giornalismo e pubblicismo italiano. Cavaliere di Gran Croce della Repubblica, Gino è stato, tra l’altro, anche fondatore e consigliere dell’Eurispes oltre che dell’Eapo con sede a Bruxelles. Presidente del Gus (Gruppo giornalisti uffici stampa), da lui stesso fondato negli anni Ottanta, ha ricoperto anche importanti cariche sindacali nella Fnsi.

PUBBLICISMO ITALIANO - Per oltre 40 anni, Gino è stato una figura carismatica dell’Ordine e del pubblicismo italiano. Nel suo ufficio al secondo piano di piazza della Torretta, riceveva ogni giorno i colleghi più giovani ai quali non faceva mancare consigli e suggerimenti.

LE ESEQUIE - Le esequie si terranno domani, 19 marzo, a Roma alle ore 15 nella Parrocchia di San Mattia, Via Renato Fucini, 285.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati