Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Adinolfi: "contro di me picchettaggio fascista”

Adinolfi: "contro di me picchettaggio fascista”

Il leader di Popolo della Famiglia commenta quanto avvenuto due giorni fa durante la presentazione del suo ultimo libro a Pomigliano d'Arco

di Giacomo Zito

ROMA - "Chiaro a tutti, e lo dimostrano anche i video, che all’inaugurazione del tour di presentazione del mio libro, ho subito una contestazione che io ho definito di 'picchettaggio fascista’ organizzato da Cgil, Pd, Arcigay e Potere al Popolo: tutto per non farmi presentare 'Il grido dei penultimì". Questo il racconto di Mario Adinolfi ad Adnkronos. Il leader del Popolo della Libertà era atteso da alcuni contestatori davanti l’aula ‘Distilleria’ nei locali del Comune di Pomigliano d’Arco, nel Napoletano. Contro di lui sono stati esposti triscioni e quindi lanciati alcuni preservativi, nuovi.

LA MOBILITAZIONE - "La Cgil nei giorni precedenti alla presentazione aveva diramato una nota in cui si contestava il mio diritto di presentare il libro e conseguenza di questa nota c'è stata questa mobilitazione attivata oltre che dalla Cgil anche dal Pd e da Arcigay - racconta ancora Adinolfi - un 'picchettaggio fascistà che doveva rendere impossibile l'accesso alla sala concessa dal comune di Pomigliano d’Arco per l'iniziativa”.

IL GESTO - "Ritengo questo un gesto di palese intolleranza e di violenza: 'siete 50 contro uno’, ho detto ai manifestanti e 'vi state comportando da fascisti. - prosegue Adinolfi - poi sono entrato e la presentazione si è svolta con successo ed anche il sindaco, Lello Russo, coraggioso per aver concesso il patrocinio morale è intervenuto. E voglio sottolineare che è in profondo contrasto con quanto scritto nel mio libro, ma si è comportato da sindaco concedendo uno spazio: ha fatto sentire il suo dissenso e lo ha motivano puntualmente tanto da dimostrare di aver letto il libro, mentre sono certo che coloro che mi hanno contestato non hanno letto neanche una pagina del libro".

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Vaccino anti-Covid: ti immunizzerai quando il vaccino sarà disponibile per tutti?

Risultati