Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

International News

Agrokor radi na projektu zaštite neretvanske mandarine

L’Agrokor lavora al progetto di tutela del mandarino della Neretva

di Matteo Esposito

 

Hrvatski koncern Agrokor, koji se prije svega bavi proizvodnjom i prodajom iz oblasti poljoprivredno-prehrambenih proizvoda zahvaljujući njegovim obradivim zemljištima i njegovom trgovačkom lancu “Konzum”, nakon što je 2008. godine oznakom izvornosti zaštitio pašku sol, intenzivno radi na projektu zaštite neretvanske mandarine. Agorkor želi zaštiti ovaj proizvod oznakom o zemljopisnom podrijetlu, a da postigne cilj radi u suradnji sa zagrebačkim Prehrambeno-tehnološkim fakultetom. Neretvanska mandarina je važan hrvatski brend koji se u cijeloj Europi prodaje, a kako bi mogla konkurirati u Europi, država će subvencionirati troškove otkupa mandarina s 0,9 kuna po kilogramu. Ovogodišnja berba neretvanskih mandarina počinje 20. rujna i se na temelju procjena očekuje urod od oko 45 tisuća tona, od kojih 15 tisuća su za domaće tržište, a ostale za izvoz, posebno u Englesku, Rusiju, te u države jugoistočne Europe. Neretvanski kraj ima potencijal za proizvodnju od 150 tisuća tona mandarina, to znači da se za sada iskoristi manje od njegove trećine, ali također znači da se proizvodnja u budućnosti mogla znatno povećati.



Il consorzio croato dell’“Agrokor”, che si occupa soprattutto della produzione e della vendita nel settore dei prodotti agroalimentari, grazie ai suoi terreni coltivabili e alla sua catena commerciale “Konzum”, dopo aver tutelato nel 2008 il sale di Pag con il marchio di Denominazione di origine protetta, sta lavorando intensamente al progetto di tutela del mandarino della Neretva. L’“Agrokor” vuole tutelare questo prodotto con il marchio di Indicazione geografica protetta, e per raggiungere l’obiettivo sta lavorando in collaborazione con la Facoltà di Tecnologia alimentare di Zagabria. Il mandarino della Neretva è un importante brand croato che si vende in tutta Europa, e per competere in Europa lo Stato sovvenzionerà le spese d’acquisto dei mandarini con 0,90 kune (0,12 euro) al chilo. La raccolta dei mandarini della Neretva quest’anno inizia il 20 settembre e in base alle valutazioni ci si può aspettare una resa di circa 45.000 tonnellate, di cui 15.000 andranno sul mercato nazionale mentre il resto verrà esportato, soprattutto in Inghilterra, Russia e nei paesi dell’Europa sudorientale. La regione della Neretva ha un potenziale produttivo di 150.000 tonnellate di mandarini, il che significa che per ora viene sfruttato meno di un terzo delle potenzialità, ma significa anche che in futuro la produzione potrebbe essere notevolmente aumentata.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Sardine, “Lascia o raddoppia” in vista di future elezioni 1 giugno 2020 10:02

Sardine, “Lascia o raddoppia” in vista di future elezioni

Il movimento si auto-dichiara in aperta opposizione al populismo, eppure...

“Tempi duri per i troppo buoni” recitava e recita tuttora un adagio popolare, che sta a sottolineare come la mancanza di malizia o scaltrezza possa lasciare dietro i più puri o,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati