Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Al  Museo Nazionale delle Arti e delle Tradizioni popolari arriva “In (re)viva voce”

Al Museo Nazionale delle Arti e delle Tradizioni popolari arriva “In (re)viva voce”

Strategie e processi di valorizzazione delle tradizioni musicali

di Davide Mancini

ROMA - In (re)viva voce, edizioni Squilibri, Vincenzo Lombardi getta uno sguardo sui processi che, nel panorama musicale contemporaneo, tendono a ridefinire l’idea di “tradizione musicale” e offre una riflessione sui fenomeni di ridefinizione e reinvenzione delle idee di identità musicale, soprattutto all’interno delle pratiche del repertorio della “musica tradizionale”, e sui processi di patrimonializzazione in atto. Con una ricostruzione delle varie fasi della ricerca etnomusicologica in Molise e una ricognizione sugli archivi sonori istituzionali e privati di maggior pregio, il volume offre anche i risultati del progetto In (re)viva voce, promosso dal Dipartimento spettacolo del MiBACT e finalizzato alla valorizzazione del patrimonio delle musiche molisane, sia delle comunità romanze sia di quelle alloglotte, arbëreshe e croate.

LE COMPOSIZIONI - In questa prospettiva si collocano soprattutto le 19 Composizioni per Coro, presenti nel volume, realizzate da 14 musicisti, molisani e non, di varie fasce d’età e di diversa formazione culturale, a partire dalle trascrizione musicali di brani cantati, notate da etnomusicologi e musicisti nel corso degli anni, dal 1950 ad oggi, con particolare riferimento alle registrazioni effettuate da autori di prestigio come Alberto Maria Cirese e Diego Carpitella.

LA PRESENTAZIONE - Dopo i saluti istituzionali di Leandro Ventura (Direttore dell’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, Segretario Regionale per il Molisee Direttore del Polo Museale del Molise del MiBACT) e di Antonio Parente (Direzione Generale Spettacolo del MiBACTAttività liriche e musicali) il volume sarà presentato da Maurizio Agamennone (Università degli studi di Firenze), Emilia De Simoni (Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia) e Serena Facci (etnomusicologa Università di Roma “Tor Vergata”).

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Roma, Raggi: analisi sul cambiamento del rapporto con i mezzi di comunicazione 24 febbraio 2017 10:10

Roma, Raggi: analisi sul cambiamento del rapporto con i mezzi di comunicazione

Come cambia la relazione tra il Sindaco e i media dopo le vicende giudiziarie

ROMA – La comunicazione politica della sindaca di Roma Virginia Raggi ha subìto un radicale cambiamento dopo l’inchiesta che l’ha vista indagata per falso e abuso...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Roma, giunta Raggi: avete fiducia?

Risultati