Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Alberto Burri, Phillips punta al record per le aste d'arte

Alberto Burri, Phillips punta al record per le aste d'arte

"Grande legno e rosso" sara' offerto il 15 novembre a New York con una stima tra 10 e 15 milioni di dollari

di Federico Marconi

ROMA – Phillips corteggia il record d'asta con una monumentale opera di Alberto Burri rimasta per oltre 50 anni nella stessa famiglia e esposta solo una volta, tre anni fa, nella retrospettiva del Guggenheim di New York. "Grande legno e rosso" sara' offerto il 15 novembre a New York con una stima tra 10 e 15 milioni di dollari: un primato per un pezzo firmato dal maestro di Citta' di Castello.

L’OPERA – Creato tra 1957 e 1959, "Grande legno e Rosso" fu presentato al pubblico alla Galleria La Tartaruga di Roma ed e' li' che gli attuali proprietari lo avevano acquistato. Incorporando elementi "poveri" come tela di sacco e legno l'artista umbro sfido' i confini dell'arte portandola a nuovi estremi. "Grande legno e rosso" segna forse la prima volta in cui Burri, morto nel 1995 a Nizza, usò l'elemento incontrollabile del fuoco nel suo lavoro, anni prima della famosa serie dei "fire paintings" di Yves Klein mentre l'uso del materiale anticipa di anni quello che avrebbero fatto gli artisti di Arte Povera.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati