Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Salute

Alimentazione, dieta con proteine vegetali allunga la vita

Alimentazione, dieta con proteine vegetali allunga la vita

Per la ricerca coordinata dal National Cancer Center di Tokyo sono stati analizzati i dati di quasi 71mila persone

di Stefania Abbondanza

ROMA – Chi ha una dieta basata più sulle proteine vegetali rispetto a quelle animali vive più a lungo. Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Jama Internal Medicinecondotto in Giappone, che ha visto in chi ha una dieta sana sia un minor rischio generale di morte che di morte per cause cardiovascolari.

LO STUDIO – Per la ricerca coordinata dal National Cancer Center di Tokyo sono stati analizzati i dati di quasi 71mila persone di mezza età seguite per due decenni. Durante lo studio sono morte più di 12mila persone, di cui circa 5mila per cancro e quasi altrettante per problemi cardiovascolari. Confrontate con le persone che consumavano la percentuale minore di proteine vegetali, quelli con il consumo maggiore hanno mostrato un rischio minore del 13% di morire durante lo studio e del 16% di farlo per cause cardiovascolari. Dallo studio è emerso che sostituire appena il 4% delle proteine animali riduce del 50% il rischio di morte per cancro e del 46% quello generale.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati