Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Ansa mette a disposizione le proprie piattaforme per aiutare teatri ed enti culturali italiani

Ansa mette a disposizione le proprie piattaforme per aiutare teatri ed enti culturali italiani

L'iniziativa dell'agenzia va incontro alle esigenze dei tanti luoghi che rischiano la chiusura definitiva

di Stefania Abbondanza

ROMA - “L’Ansa metterà a disposizione dei teatri e degli enti culturali italiani le sue piattaforme digitali per ospitare spettacoli e manifestazioni che saranno realizzate fino al 25 novembre prossimo, data di scadenza delle misure restrittive varate dal governo”. Così l’Agenzia nazionale della stampa associata comunica l’intenzione di voler contribuire ad aiutare tutti i luoghi di cultura che sono stati chiusi dal governo con il nuovo dpcm. "Ci è sembrato doveroso - ha detto il direttore dell'agenzia Luigi Contu - sostenere gli sforzi di coloro che in questo periodo così buio della vita culturale del paese non intendono fermare la loro attività. Con lo stesso spirito di servizio di sempre speriamo di dare un contributo al mondo della cultura italiana e anche una possibilità di continuare a seguire spettacoli ed eventi culturali ai milioni di navigatori che ogni mese si informano su Ansa.it". 

IL RINGRAZIAMENTO - A ringraziare l’Ansa è in primis lo stesso ministro dei Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini, che già si era detto amareggiato per la scelta “difficile” di dover richiudere cinema e teatri su tutto il territorio nazionale a causa dell’aumento di contagi da Covid-19. ''Grazie all’Ansa che anche in questo momento così difficile non rinuncia al proprio ruolo di presidio di corretta informazione e di strumento per la promozione culturale'. Quando la pandemia sarà sconfitta, sale da concerto, teatri e cinema torneranno a essere il luogo per eccellenza in cui godere di uno spettacolo. Ma ora - continua Franceschini - è necessario adoperarsi per non estinguere la fiamma della creatività e per consentire a quante più persone possibile di assistere a un concerto o a una rappresentazione teatrale e al mondo dello spettacolo di continuare con le produzioni. È per questo molto importante la decisione dell'Agenzia di mettere le piattaforme digitali a disposizione dei teatri e degli enti culturali italiani''.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati