Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Tecnologia

Apre a via Barberini il caffè del futuro dove si paga in Bitcoin

Apre a via Barberini il caffè del futuro dove si paga in Bitcoin

Raffaele Rubin, partner e fondatore di Josas Immobiliare

di Claudio Carassiti

ROMA - Roma viene scelta anche per ospitare il primo Bitcoin Cafè a livello europeo, iniziativa promossa dalla società Coinbar, con il suo fondatore e padre del progetto Antonello Cugusi, insieme a Josas Immobiliare, realtà specializzata nel commercio real estate, che ha scelto proprio via Barberini, nel cuore della Capitale, per aprire il primo bistrot collegato a un exchange dove si potranno scambiare e ricevere informazioni sulle criptovalute, con le quali sarà anche possibile pagare alle casse, oltre che acquistare e fare trading registrandosi nella piattaforma www.coinbar.io.

IL COMMENTO - «Noi di Josas abbiamo assistito Coinbar nella ricerca del locale commerciale a Roma. Abbiamo pensato a un meeting point, dove far incontrare le persone che hanno in comune l’idea di voler discutere e scambiare criptovalute», spiega Raffaele Rubin, partner e fondatore di Josas Immobiliare: «Un'operazione senza precedenti, e quindi priva di modelli a cui ispirarsi e dai quali prendere le misure, in quanto questo è il primo Coinbar in Europa. Per scegliere la location la prima cosa che abbiamo fatto è stata un'analisi del posizionamento di Coinbar: quale zona sarebbe stata la migliore per questo tipo di iniziativa? Doveva essere centrale ma accessibile a coloro che a fatica avrebbero scelto di entrare in una ZTL. Abbiamo allora diviso il centro di Roma in spicchi per visualizzarne il segmento più adeguato e così ecco Barberini, zona ottimale perché piena di uffici e di professionisti potenzialmente interessati ad approfondire la novità delle criptovalute. Una volta circoscritta l’area, si è cercato un locale di forte impatto esterno e abbiamo individuato lo stabile più adeguato, anche dal punto di vista economico, con una proprietà attenta e sensibile all'innovazione e al retail di ultima generazione, come è certamente questo progetto».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

2021, sarà l’anno della svolta anti-Covid?

Risultati