Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Tecnologia

Assegnato a fabbricadigitale l’Innovation Match di Eni “Superiamo l’Emergenza”

Assegnato a fabbricadigitale l’Innovation Match di Eni “Superiamo l’Emergenza”

Fabbricadigitale, vince la call di Eni dedicata a progetti tecnologici innovativi per la gestione del new normal

di Silvia de Mari

CREMONA - Eni ha appena annunciato l’assegnazione della call “Superiamo l’Emergenza”. Si tratta del primo Innovation Match lanciato a maggio da Eni e incentrato su idee, tecnologie e soluzioni atte a garantire una ripartenza delle attività lavorative in totale sicurezza. L’iniziativa, ha visto 3 vincitori tra cui in ambito “Sicurezza dei lavoratori, continuità operativa e distanziamento”, fabbricadigitale, che si è contraddistinta grazie alla sua piattaforma digitale Workhera, dedicata ad una gestione smart degli ambienti lavorativi ed alla protezione della salute dei lavoratori.

L’AZIENDA - fabbricadigitale, fondata nel 2001 a Casalmaggiore (CR), sviluppa piattaforme e prodotti ad alto contenuto tecnologico grazie alle sue competenze in Bigdata, Intelligenza Artificiale ed Internet Of Things e alle numerose certificazioni in ambito di business continuity e business  critical. Workhera è la soluzione innovativa di fabbricadigitale, dedicata alla gestione dei workplace. Una risposta unica alle esigenze dei nuovi spazi di lavoro ed alle sfide della nuova normalità dettati dall’emergenza sanitaria Covid-19.

LA SOLUZIONE - Workhera è una soluzione che nasce ormai due anni fa, progettata per supportare i nuovi modelli lavorativi con l’obiettivo di rispondere alla crescente esigenza di gestione degli ambienti condivisi e dello smartworking. La situazione di emergenza sanitaria che si è venuta a presentare in questi mesi e la successiva rimodulazione delle dinamiche lavorative hanno contribuito ad evidenziare i plus della tecnologia abilitante di Workhera ampliando i riconoscimenti da parte del mercato.

LA CALL - Attraverso l’assegnazione di questa call, Eni sarà così in grado di esplorare le possibilità di gestione degli smart worker, degli spazi di co-working, innovando l’esperienza di dipendenti ed ospiti all’interno delle proprie sedi e dei propri spazi, in massima sicurezza ed efficienza, con attenzione particolare agli aspetti che riguardano la salute personale.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati