Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Motori

Aston Martin, via alla produzione della Lagonda a St Athan

St Athan era stato annunciato come il secondo impianto britannico per Aston Martin Lagonda all'inizio del 2016

di Claudio Carassiti

ROMA – Il secondo stabilimento britannico di Aston Martin Lagonda, quello di St Athan, nel Galles, è passato alla fase operativa iniziando a produrre i primi esemplari del modello DBX con cui la Casa britannica (controllata però dalla italiana Investindustrial della famiglia Bonomi) debutterà a fine 2019 nel segmento dei suv di lusso.

LO STABILIMENTO – Ex sito del Ministero della Difesa, St Athan era stato annunciato come il secondo impianto britannico per Aston Martin Lagonda all'inizio del 2016 e da allora l'intero sito, compresi i tre 'super hangar' (era una base della RAF) è stato trasformato in un moderno stabilimento che unisce le attrezzature più moderne alle linee per costruzione e rifinitura artigianali a mano. Parte del continuo investimento di Aston Martin nel Regno Unito, St Athan ha finora creato 200 posti di lavoro e si prevede che ne creerà altri 550, a cui a regime di aggiungeranno altri 3.000 posti di lavoro attraverso la catena di subfornitura e le imprese locali.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza 13 luglio 2020 10:02

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza

Lo straniero, secondo una diffusa mentalità, è da denigrare solo quando è avversario

ROMA - La coerenza, ce ne stiamo accorgendo, non è cosa di questi tempi. Ciò che oggi sosteniamo strenuamente, domani condanniamo in maniera forte e convinta; senza che questa sia...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Coronavirus, app Immuni: siete favorevoli o contrari?

Risultati