Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Attivati all’università degli studi dell’Insubria due nuovi corsi di laurea

«Storia e Storie del Mondo Contemporaneo»

di Valerio Cruciani

COMO - Per l’anno accademico 2018/2019, l’Università degli Studi dell’Insubria istituisce due nuovi corsi di studio a Varese: il Corso di Laurea Triennale in «Storia e Storie del Mondo Contemporaneo»; e il Corso di Laurea Magistrale in «Ingegneria Ambientale e per la Sostenibilità degli Ambienti di Lavoro».

QUANDO - L’Università degli Studi dell’Insubria vi invita lunedì 23 luglio alle ore 10, nella Sala Consiglio di via Ravasi 2, a Varese, alla conferenza stampa di presentazione del nuovo Corso di Laurea triennale in «Storia e Storie del Mondo Contemporaneo». Prendono parte il Rettore, professor Alberto Coen Porisini, e i professori del nuovo Corso: Katia Visconti, responsabile del Corso e docente di «Storia del Mondo Atlantico»; Ezio Vaccari, docente di «Storie di scienze e tecnologia del presente»; Antonio Maria Orecchia, docente di «Storie del XX secolo»; Andrea Bellavita, docente di «Storytelling e forme del racconto mediale»; Fabio Minazzi, docente di «Filosofie del XX secolo».

LA CONFERENZA - A seguire, alle ore 10.45, si terrà la conferenza stampa di presentazione del nuovo Corso di Laurea Magistrale in «Ingegneria Ambientale e per la Sostenibilità degli Ambienti di Lavoro». Intervengono: il professor Alberto Coen Porisini; il professor Fabio Conti, Direttore del Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate, nonché docente di Complementi di ingegneria sanitaria-ambientale (modulo B) del nuovo Corso, e il professor Vincenzo Torretta, Presidente del Corso di Laurea Triennale di Ingegneria per la Sicurezza del Lavoro e dell'Ambiente e responsabile del nuovo Corso per il quale è docente di Complementi di ingegneria sanitaria-ambientale (modulo A).

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Parlamento, zona franca 25 maggio 2020 10:03

Parlamento, zona franca

I politici di casa nostra, anche durante il lockdown, hanno continuato a non dare il buon esempio

ROMA - “Quis custodiet ipsos custodes?”, o per meglio dire (visto che con la didattica a distanza di latino sul pc, ultimamente, se ne sta leggendo molto) “chi sorveglierà i...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati