Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Bio e km zero: a Villa Ada non solo musica ma anche “buona” cucina

Bio e km zero: a Villa Ada non solo musica ma anche “buona” cucina

Le più sfiziose proposte di street food & drink della capitale

di Giordano D'Angelo

ROMA - I prodotti biologici e a chilometro zero, realizzati nel rispetto dell’ambiente e delle persone che li producono e lavorano. Queste le linee guida della proposta culinaria di Villa Ada – Roma incontra il Mondo. Il festival, giunto alla sua XXV edizione, anche quest’anno propone al suo pubblico non solo una ricercata ed eterogenea selezione di concerti di artisti del calibro di Goran Bregovic, Kruder & Dorfmeister, Nitro, Tedua e IOSONOUNCANE e Paolo Angeli, ma anche un'ampia offerta culinaria. Pronti a soddisfare i palati più esigenti, i diversi punti ristoro sono presenti sia nell’area concerti con accesso a pagamento che nel D’Ada Park ad accesso gratuito.

DOVE - Nell’area ad accesso gratuito si trova CIB-ARCI, aperto tutti i giorni dalle 18.30 all'1 di notte. CIB-ARCI è innanzitutto un'idea, che viene poi declinata in buon cibo. Materie prime di qualità certificata provenienti da piccole aziende agricole a km 0 che rispettano la filiera alimentare, i lavoratori e la terra proponendo un prodotto sano, privo di pesticidi, ormoni, coloranti, zuccheri aggiunti e grassi idrogenati e che si trasforma in deliziosi panini, stuzzicanti fritti e sfiziosa pizza al trancio.

LA FILOSOFIA - La stessa filosofia è adottata anche da Bucolica, la prima ciambelleria artigianale di Roma. Donut, ma anche bagel, taralli, burger e tanto altro, sempre privilegiando l'utilizzo di ingredienti di prima scelta e genuini.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati