Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

"Block Friday": è ancora sciopero globale per il clima

Manifestazioni in tutto il mondo a sostegno del clima e contro il consumismo sfrenato

di Claudio Carassiti

ROMA - Abbiamo 11 anni, lo dice la scienza, poi gli effetti del cambiamento climatico saranno incontrovertibili. Con questa forte convinzione sono tornati in piazza i giovanissimi di tutto il mondo per chiedere riforme più coraggiose per contrastare la crisi climatica. Lo chiedono alle istituzioni dei rispettivi Paesi e a tutto il mondo. Questo "Friday For Future" è stato molto sentito perché in concomitanza con un altro evento, il famigerato giorno degli acquisti scontati, il "Black Friday". 

IL "BLOCK FRIDAY" - Così, in risposta al Black Friday, è nata l'iniziativa del "Block Friday", un venerdì di manifestazioni contro il consumismo sfrenato. Perché è proprio dalle abitudini di ognuno di noi che deve partire il cambiamento, secondo i giovani manifestanti. Allora niente più venerdì pomeriggio al centro commerciale, ma in piazza, a chiedere più diritti per il proprio futuro e per le prossime generazioni.

LA MANIFESTAZIONE - A Roma hanno sfilato circa 20.000 persone, secondo gli organizzatori, che da piazza della Repubblica hanno raggiunto piazza del Popolo. Con "Friday For Future", che ha indetto la manifestazione, sono scese in piazza numerose altre piattaforme, tra cui gli "Studenti medi" e i collaboratori della rivista Scomodo.

SCOMODO - Proprio Scomodo, questo mese, ha deciso di dedicare il suo numero mensile ai cambiamenti climatici, con un numero uscito in collaborazione con Greenpeace dal titolo "Inquinanti". La rivista capitolina degli studenti liceali (e, ormai, universitari) ha deciso di focalizzarsi in un tema che sempre più interessa le giovani generazioni. 

UN MOVIMENTO TRASVERSALE - Emergenza climatica al centro delle istanze giovanili, ma non solo. Aumenta la coscienza tra i più giovani che il modello di consumismo che si è attuato fino a oggi non è più sostenibile e bisogna cambiare rotta. Mancano 11 anni e le istituzioni devono prendere una netta posizione sul tema, prima che sia troppo tardi.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza 13 luglio 2020 10:02

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza

Lo straniero, secondo una diffusa mentalità, è da denigrare solo quando è avversario

ROMA - La coerenza, ce ne stiamo accorgendo, non è cosa di questi tempi. Ciò che oggi sosteniamo strenuamente, domani condanniamo in maniera forte e convinta; senza che questa sia...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Coronavirus, app Immuni: siete favorevoli o contrari?

Risultati