Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Esteri

Bolivia: annunciate le elezioni per il 18 ettembre

Bolivia: annunciate le elezioni per il 18 ettembre

Decisione avvenuta dopo approvazione legge elettorale per porre fine alle proteste che hanno bloccato il Paese

di Bianca Franchi

ROMA - La Bolivia ha scelto, finalmente, il giorno per le nuove elezioni. Il Tribunale Supremo Elettorale (Tse) ha approvato una risoluzione che conferma il 18 ottobre come la data "definitiva, inamovibile e non rinviabile" per lo svolgimento delle elezioni generali nel Paese. La decisione è giunta poco dopo la promulgazione di una legge approvata dal Parlamento che prevedeva il 18 ottobre come data limite per le elezioni - ma non necessariamente quella data specifica.

LA LEGGE - La legge era nata come tentativo di porre fine ai blocchi stradali che vanno avanti dal 3 agosto per protestare contro la decisione del Tse di rinviare il voto dal 6 settembre al 18 ottobre. "Il Tse ha approvato all’unanimità la risoluzione 205/2020, che conferma e stabilisce domenica 18 ottobre 2020 come la data finale, inamovibile e non rinviabile della giornata elettorale", ha riferito in conferenza stampa il presidente della Tse Salvador Romero, secondo quanto riportato dall’agenzia Abi.

LA DATA - Secondo il presidente del Tse, il 18 ottobre non è una data ideale, ma consente la tutela della salute pubblica, perché più lontana dal periodo di agosto e settembre, previsto come picco della pandemia di coronavirus nel Paese. "Siamo convinti che, d’ora in poi, con una certa data delle elezioni, le mobilitazioni si placheranno gradualmente", ha affermato. La decisione avviene dopo poco dalla promulgazione da parte della presidente ad interim Jeanine Anez della "Legge di rinvio delle elezioni generali 2020", in una cerimonia alla quale hanno partecipato i rappresentanti della Chiesa cattolica e della comunità internazionale che hanno promosso il dialogo tra governo e leader delle proteste, guidate dal sindacato della Confederazione operaia boliviana (Cob) e da militanti di gruppi vicini al Movimento al socialismo (Mas) dell’ex presidente Evo Morales.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Vaccino anti-Covid: ti immunizzerai quando il vaccino sarà disponibile per tutti?

Risultati