Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Esteri

Brexit: non ci saranno posticipi per la transizione

Lo stabilisce una clausola inserita dal governo Tory di Boris Johnson nella legge di ratifica del divorzio

di Giacomo Zito

ROMA – La transizione post Brexit concordata da Ue e governo britannico fino alla fine del 2020, non potrà essere prolungata oltre. Lo stabilisce una clausola inserita dal governo Tory di Boris Johnson nella legge di ratifica del divorzio (Withthdrawal Bill) che sarà sottoposta al voto del Parlamento. La modifica è stata confermata da Downing Street dopo anticipazioni dei giornali.

LA SITUAZIONE – In teoria Bruxelles ha concesso la possibilità di estendere questo periodo di transizione - che comporta sostanzialmente il mantenimento dello status quo - fino a ulteriori due anni in caso di successiva intesa fra le parti; ma se la clausola annunciata nella legge di ratifica sarà approvata con l'intero testo dal Parlamento di Westminster - come tutto lascia presagire - Londra rinuncerà fin d'ora a ogni proroga. La sterlina ha reagito alla novità con un calo.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati