Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Campionati Italiani Ciclocross Lecce 2021: gli highlights

Campionati Italiani Ciclocross Lecce 2021: gli highlights

Una tre giorni di sport, agonismo puro e spettacolo in una città come Lecce

di Giacomo Zito

LECCE - Una tre giorni di sport, agonismo puro e spettacolo in una città come Lecce che si è fatta trovare pronta ad accogliere l'evento del nuovo anno: i Campionati Italiani Ciclocross 2021 hanno mantenuto le aspettative confermandosi una manifestazione di maggior successo riuscendo ad oltrepassare l'ostacolo Covid-19. La terza ed ultima giornata (domenica 10 gennaio) è stata tutta nel segno delle categorie agonistiche internazionali con la proclamazione dei campioni italiani Gioele Bertolini e Alice Maria Arzuffi tra gli èlite, Filippo Fontana e Francesca Baroni tra gli under 23, Bryan Olivo e Lucia Bramati tra gli juniores.

BERTOLINI - Messa da parte la caduta e l'infortunio alla scapola nella gara di mountain bike del 30 agosto scorso a Beringen in Svizzera, il lombardo Gioele Bertolini del Centro Sportivo Esercito è riuscito a mettere il sigillo per la quarta volta in un campionato italiano élite dopo Monte Prat (2016 - Friuli), Silvelle di Trebaseleghe (2017 - Veneto) e all'Idroscalo di Milano (2019 - Lombardia): "Volevo il riscatto, questa vittoria è stata la ciliegina sulla torta di questi ultimi due mesi dopo aver ripreso a gareggiare. In corsa ho cercato di guidare più pulito possibile, sono stato molto lucido ed impeccabile nella guida della bici. Mi attendono alcuni giorni di ritiro in nazionale per preparare il Mondiale, dove troveremo un percorso molto ostico per noi. Sono convinto che il buon lavoro che faremo in ritiro con il cittì Fausto Scotti possa dare i suoi frutti in vista dell'appuntamento iridato".

ARZUFFI - La lombarda Alice Maria Arzuffi (Fiamme Oro) conquista per la prima volta in carriera il titolo élite dopo essere stata battuta da Eva Lechner per quattro anni di fila: "Alla fine non sono una velocista ma l'unico modo per cercare di vincere questa gara era quella di guidare bene nei punti tecnici. Sono riuscita a trionfare più di un anno fa al Superprestige, questa vittoria è ancora più bella perché potrò indossare finalmente la maglia tricolore che inseguivo da tempo. Sono pronta per recitare la mia parte al Mondiale e adesso si punta a rifinire la condizione con il ritiro in nazionale per tutta la settimana".

FONTANA - Carico di motivazione e di entusiasmo il veneto Filippo Fontana (Carabinieri) per aver raggiunto l'obiettivo del tricolore tra gli under 23: "Quest'anno è stato tutto perfetto rispetto a Schio. Sono davvero felice ma quando parti con i favori del pronostico ci sono tante pressioni e quindi non è facile stare tranquilli. Anche se ho avuto un piccolo salto di catena sono riuscito a stare con i migliori e poi sono riuscito a fare la differenza".

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Governo Draghi, c’è la fiducia del Parlamento: è la scelta giusta?

Risultati