Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

"Cittadinanza italiana per Patrick George Zaki". L'appello della famiglia

"Cittadinanza italiana per Patrick George Zaki". L'appello della famiglia

A un anno dal suo arresto la sorella dello studente si rivolge alle istituzioni

di Giacomo Zito

ROMA - E' passato più di un anno ormai dall'arresto dello studente egiziano Patrick George Zaki. Ora, anche la famiglia si aggiunge all'appello partito con una petizione online per far ottenere al giovane la cittadinanza italiana. A renderlo noto è la sorella Marise che, a nome della famiglia, lancia attraverso l'Ansa un appello alle istituzioni: "La raccolta di firme online lanciata per chiederlo è davvero un'ottima iniziativa ma spero non resti solo una petizione, spero che accada presto. La famiglia si unisce a questo appello.

L'INTERVISTA - "Non sta bene, è molto angosciato per il suo futuro e per i suoi studi" racconta di Patrick Zaki la sorella Marise, andata a incontrarlo in carcere il 27 dicembre scorso. "Non sa cosa succede fuori, è così deluso per il fatto di trovarsi ancora in prigione - dice Marise all'Ansa -. Ha paura che i suoi colleghi, l'Università si dimentichino di lui. Ha continuato a chiedere quando tornerà libero, perché è ancora in carcere senza aver fatto niente. L'ultimo nostro incontro è stato il più duro".

   

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati