Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

CMAS, gli auguri del presidente Anna Arzhanova per il 2017

CMAS, gli auguri del presidente Anna Arzhanova per il 2017

La numero uno ha voluto rivolgere il suo saluto e i suoi auguri a tutta la comunità del mondo delle attività subacquee

di Stefano Blando

ROMA – In occasione delle feste per la fine dell'anno e l'inizio del nuovo, la presidente di CMAS Anna Arzhanova ha voluto rivolgere il suo saluto e i suoi auguri a tutta la comunità del mondo delle attività subacquee.

LEGGI LA NOTIZIA IN INGLESE/READ THE NEWS IN ENGLISH

LEGGI LA NOTIZIA IN SPAGNOLO/LEER LAS NOTICIAS EN ESPANOL

LEGGI LA NOTIZIA IN FRANCESE/LIRE LES NOUVELLES EN FRANÇAIS

"Il 2016 – scrive Anna Arzhanova - è stato un anno di particolare importanza per la famiglia di CMAS e per tutto il movimento subacqueo, visto che si conclude con successo il lavoro iniziato quasi 4 anni fa a Cebu. Gli obiettivi fissati allora sono stati completamente raggiunti e sono stati piantati i semi per un ulteriore sviluppo e miglioramento. Nel corso degli ultimi 4 anni abbiamo aumentato la capacità finanziaria di CMAS, arrivando a raggiungere una stabilità soddisfacente e facendo crescere i margini di redditività, che ora permettono alla federazione di investire ulteriormente nel suo sviluppo, anche attraverso il sostegno verso iniziative che ampliano e rafforzano la nostra visibilità in tutto il mondo. Abbiamo approvato il nuovo statuto e relative norme di procedura che hanno modernizzato la governance di CMAS, in termini di trasparenza, democrazia e in coerenza con i requisiti richiesti a tutte le federazioni dal CIO, che a sua volta ha concesso a CMAS la sua importante approvazione, condivisa da tutti coloro che hanno partecipato e votato nell'assemblea generale di Roma. Abbiamo rafforzato e migliorato le relazioni con tutti i nostri partner, come Unesco, CIO, Sportaccord, ARISF e World Games, toccando eccezionali livelli di credibilità e di presenza attiva ai massimi livelli in ARISF e in IWGA, dove CMAS è rappresentata in tutti i tavoli decisionali. I risultati eccezionali raggiunti da tutte le discipline del nostro sport, grazie agli sforzi continui di tutte le federazioni nazionali, di atleti, allenatori, tecnici, funzionari e volontari, permettono a CMAS di parlare e farsi ascoltare da tutto il movimento olimpico. In questo contesto, sono orgogliosa di annunciare che il primo centro di formazione internazionale CMAS per apnea e immersioni è in procinto di essere completato in Turchia e presto sarà pronto per accogliere atleti e amatori da tutto il mondo. Inoltre, quest'anno abbiamo raggiunto risultati straordinari nell'apnea, implementando gli standard di piena sicurezza, rafforzando la posizione di visibilità di CMAS in questa emozionante disciplina trasmettendo online le nostre competizioni. Il nuoto pinnato rappresenta un'altra disciplina in crescita di successo, con particolare riferimento alle competizioni studentesche sotto l'egida della FISU e la partecipazione a importanti rassegne come i Giochi Mondiali, i Giochi Europei, i Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia e i Giochi bolivariani sulla spiaggia, che concedono a questa disciplina la visibilità che merita, imboccando anche la strada giusta che può portare alla sua inclusione nel programma olimpico. Il 2016 ha anche visto il lancio di una serie di iniziative molo importanti, come quello dei Caschi Blu del Mare, in collaborazione con UNESCO e con la Commissione europea per lo sport e la cultura, che ha permesso a CMAS di crescere in termini di visibilità e credibilità in tutto il mondo. Ed è proprio questo progetto il punto di partenza dal quale proseguire nel 2017 con programmi paralleli per la formazione dei migranti nella specialità dell'archeologia subacquea e della conservazione marina, per una iniziativa promossa in collaborazione con l'On. Silvia Costa, presidente della Commissione europea per lo sport e la cultura. Sempre all'interno della cornice della stretta collaborazione con l'UNESCO, lo Jutland Project di luglio 2016 ha rappresentato un'occasione unica per celebrare la battaglia della prima guerra mondiale, ritenuta la più grande battaglia della marina della storia. Sulla scia del successo raggiunto in campi peculiari come quello dell'archeologia marina e quello dello sviluppo sostenibile, CMAS è entrata in collaborazione anche con il National Geographic Institute e nel prossimo mese di febbraio è in programma il lancio di un nuovo progetto congiunto. Tutti questi progetti meritano una continuità e una stabilità ed è proprio per questo che abbiamo lanciato programmi di educazione, a partire dalla creazione della prima Diving Academy in Cina, in collaborazione con diverse università che avranno sessioni di immersione per gli studenti con istruttori CMAS. Un progetto simile sarà presto lanciato in Europa, unendo le forze e conoscenze con il progetto Erasmus + finanziato dalla UE. Ultimo risultato del 2016, ma non meno importante, è rappresentato dalla realizzazione del database di tutti i subacquei e istruttori di CMAS, allo scopo di far nascere una Comunità CMAS and Gears, aggiornando i membri con diari, giornali e altri servizi. Ma tutto ciò che è stato fatto fino a ora non è il risultato di un solo giocatore, ma è il frutto di lavoro di squadra e proprio per questo motivo vorrei cogliere l'occasione per ringraziare sinceramente tutti i membri del consiglio CMAS, i presidenti delle nostre federazioni nazionali, la segreteria generale, funzionari, agenti CMAS, atleti, allenatori, consulenti e tutti voi per il vostro costante impegno e incoraggiamento. Sono sicura che tutti insieme potremo portare a termine le missioni avviate e che sapremo affrontare le sfide che ci si presenteranno davanti nel prossimo futuro. Tutti insieme, siamo in grado di riuscirci! A tutti voi i miei più sinceri auguri di un brillante e prospero 2017".

LEGGI LA NOTIZIA IN INGLESE/READ THE NEWS IN ENGLISH

LEGGI LA NOTIZIA IN SPAGNOLO/LEER LAS NOTICIAS EN ESPANOL

LEGGI LA NOTIZIA IN FRANCESE/LIRE LES NOUVELLES EN FRANÇAIS

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati