Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Scienze

Come fa l’argento ad “annientare” i batteri? Un nuovo studio

Come fa l’argento ad “annientare” i batteri? Un nuovo studio

Ancora non si conosce il processo ma si è vicini a una soluzione

di Claudio Carassiti

ROMA - L’argento, come fa ad avere proprietà antimicrobiche? Il processo non è ancora chiaro, perciò i ricercatori dell’Università dell’Arkansas, cercano una soluzione. Hanno pubblicato un nuovo studio su Applied and Environmental Microbiology per pubblicare i loro risultati.

LO STUDIO - Si è utilizato una tecnica avanzata d’imaging denominata “microscopia di localizzazione fotoattivata a tracciamento di singole particelle. Il tutto per osservare tracciare in tempo reale una proteina dei batteri Escherichia coli. Nello specifico i ricercatori hanno osservato che gli ioni d’argento innescavano una separazione dei filamenti accoppiati di DNA nei batteri e quindi il legame tra la proteina e il DNA si indeboliva.  

L’OBIETTIVO - Dad questo studio si cercherà di scoprire se è possibile produrre antibiotici basati su nanoparticelle d’argento.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati