Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Tecnologia

Come ottenere una sicurezza efficace del cloud: l’approccio di FireEye

Come ottenere una sicurezza efficace del cloud: l’approccio di FireEye

Per molte organizzazioni, la migrazione da approcci on-premise alle infrastrutture cloud è un’impresa

di Maria Chiara Fantauzzi

MILANO - I report indicano che a partire da questo anno circa l’83% delle attività lavorative saranno svolte in cloud. Aumenta quindi il numero dei possibili obiettivi per gli attaccanti e questo sembra essere il momento perfetto per colpire.

IL CLOUD - Per molte organizzazioni, la migrazione da approcci on-premise alle infrastrutture cloud è un’impresa che potrebbe esporle ad attacchi, soprattutto se non sono stati predisposti piani di sicurezza per il cloud. Ad ora (2020), la divisione di consulenza di Mandiant stima che il 25% delle sue attività di risposta agli incidenti riguarderanno sistemi ospitati in cloud pubblici, è un aumento significativo rispetto agli anni precedenti e FireEye ritiene che questi numeri cresceranno. Questo vuol dire che un numero sempre maggiore di organizzazioni stanno spostando i propri sistemi in cloud e la relativa sicurezza non può restare indietro.

LA SICUREZZA - Il cloud può essere più sicuro di un data center tradizionale in termini di gestione, controlli, aggiornamenti e molto altro, tuttavia le comuni tecniche di attacco di phishing, volte a sottrare le credenziali, rimarranno efficaci in quanto non dipendono da dove l’organizzazione opera. La migrazione ad un cloud pubblico implica anche molteplici nuovi compiti per i team di sicurezza, tra cui:

 

 

  • Sviluppare nuove competenze

 

  • Monitorare gli ephemeral asset

 

  • Gestire gli account decentralizzati (“shadow IT”)

 

  • Garantire la protezione dei dati memorizzati

 

  • Verificare che tutte le attività sulle piattaforme Cloud vengano registrate, tracciate e autorizzate
data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati