Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Moda

Con Mahmood e Musicopoli arriva in Italia il Levi's Music Project

Con Mahmood e Musicopoli arriva in Italia il Levi's Music Project

Si tratta di un’iniziativa nata per supportare la formazione musicale dei giovani con l’obiettivo di fornire risorse di lungo periodo

di Federico Marconi

ROMA - Arriva anche in Italia l’iniziativa nata nel 2016 dalla Levi’s, da sempre connessa alla cultura giovanile e continuamente alla ricerca di nuove idee e rivoluzioni per l’affermazione della self-expression. Si tratta della Levi’s® Music Project, un’iniziativa nata per «supportare la formazione musicale dei giovani con l’obiettivo di fornire risorse di lungo periodo per progetti che possono continuare autonomamente una volta terminata la campagna», si legge sul sito di Musicopoli. 

MUSICOPOLI - I partecipanti di questa prima edizione tutta italiana sono il famoso cantante Mahmood e gli studenti vincitori di Musicopoli, un’Accademia di Formazione Artistica e musicale impegnata nel quartiere di Gratosoglio, a Milano, dove l’affermato cantante ha mosso i suoi primi passi nel 2006. 

L’INIZIATIVA - «La musica è energia e vitalità» si legge sul sito di Musicopoli. «Levi’s®, insieme a Mahmood, offrono la possibilità a 14 giovani studenti di partecipare a un programma di educazione musicale e strumentale: 3 mesi di lezioni con autori e performer di fama internazionale, insegnanti di Musicopoli e relatori selezionati che terranno un ciclo di conferenze sull’industria musicale e sul processo creativo».

IL COMMENTO - «Se dovessi descrivere Gratosoglio in due parole direi: autenticità ed evoluzione. Con questo progetto spero di riuscire ad accendere la fiamma negli occhi di quei ragazzi che vogliono crearsi una loro strada. Credo che il cuore del Levi’s® Music Project sia la rivincita» ha commentato l’artista.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati