Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Esteri

Continuano le proteste negli Stati Uniti

Continuano le proteste negli Stati Uniti

La morte di George Floyd ha dato il via a una serie di proteste che si stanno allargando a macchia d'olio in tutto il Paese

di Giordano D'Angelo

ROMA - Non si placano le proteste negli Usa per la morte di George Floyd da parte dell’agente di polizia Derek Chauvin. Anzi, aumentano sia per qualità che per quantità il numero di proteste in tutto il Paese, sfociando in una rivolta popolare univoca da Los Angeles a New York. Aumentano le proteste così come i manifestanti, sia bianchi che neri. Dopo il caso del commissariato dato alle fiamme a Minneapolis, a Washington alcuni manifestanti si sono diretti verso la Casa Bianca per mostrare il loro dissenso. La sicurezza, pertanto, ha scelto di chiudere la residenza presidenziale, rendendola interdetta anche alla stampa. Molti gli arresti a causa delle manifestazioni anche a Detroit, New York (dove ci sono stati 345 arresti) e Los Angeles. Ad Atlanta è stata presa d’assalto la sede della CNN e sono stati dati alle fiamme numerosi veicoli della polizia. 

IL COMMENTO - Per l’avvocato della famiglia di George Floyd, Benjamin Crump, si è trattato di "omicidio premeditato" e non condivide l'accusa di omicidio colposo per l'agente. «Pensiamo che avesse l'intenzione - ha spiegato l’avvocato - ha tenuto per quasi nove minuti il suo ginocchio sul collo di un uomo che implorava di respirare e per quasi tre minuti dopo che aveva perso conoscenza. Non capiamo come non sia un omicidio di primo grado».

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati