Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Coronavirus, Conte: «La risposta europea sia immediata»

Coronavirus, Conte: «La risposta europea sia immediata»

Il premier, Giuseppe Conte, nel corso dell’informativa urgente in Senato sull’emergenza Coronavirus.

di Claudio Carassiti

ROMA - Il premier, Giuseppe Conte, nel corso dell’informativa urgente in Senato sull’emergenza Coronavirus, ha detto: «L’Ue può affrontare questo choc solo facendo ricorso a misure straordinarie. Questa è una battaglia che si vince tutti insieme, altrimenti a perdere saremo tutti. Ribadirò questa posizione anche tra qualche ora al G20 e al vertice del consiglio europeo».

IL COMMENTO - «La recessione che ci aspettiamo dura e severe, investirà con ogni probabilità l’intero continente europeo assume caratteri di uno choc esterno e simmetrico – ha spiegato il presidente del Consiglio -. L’impatto finanziario e socioeconomico della pandemia sarà tale da richiedere alla governance economica dell’Eurozona un salto di qualità che sia all’altezza della sfida che stiamo attraversando, che non sta attraversando solo l’Italia ma l’Europa intera. La nostra unione monetaria potrà uscire vincitrice soltanto se le sue istituzioni saranno rafforzate nel segno della solidarietà e unità»

L’AZIONE - «Ho promosso con forza un’azione coordinata con gli altri leader, una risposta europea immediata all’altezza della posta in gioco – ha aggiunto Conte – ad una emergenza straordinaria è indispensabile rispondere con misure e azioni straordinarie. Risposte anche corrette e unitarie ma tardive saranno del tutto inutili. E’ convinzione del governo che nessuno degli strumenti disponibili, che sono stati progettati durante precedenti episodi di crisi, possa costituire un veicolo idoneo volto ad attuare quella coraggiosa risposta economica alla pandemia».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Silvia Romano, il clamore che non serviva 18 maggio 2020 10:02

Silvia Romano, il clamore che non serviva

Il caso mediato del momento sta scoprendo il lato più brutto del popolo italiano

Silvia Romano, la cooperante di una onlus rapita in Kenya nei pressi del villaggio di Chakama nel 2018, ha fatto il suo rientro in Italia lo scorso 11 maggio 2020, dopo aver trascorso circa 18 mesi...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati