Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

Cosa succede dopo le elezioni del Parlamento europeo

Cosa succede dopo le elezioni del Parlamento europeo

Oltre 200 milioni di europei hanno votato nelle elezioni del 23-26 maggio

di Giulio Calenne

BRUXELLES - I deputati neo-eletti si incontreranno nella plenaria costituente del Parlamento europeo che si terrà a Strasburgo dal 2 al 4 luglio per eleggere il loro presidente, 14 vicepresidenti e cinque Questori. Il Parlamento voterà anche sulla composizione numerica delle commissioni e delle sottocommissioni del Parlamento, avviando in tal modo la nuova legislatura. Nelle settimane successive, le commissioni terranno i loro primi incontri per eleggere i loro rispettivi Presidenti e Vice-Presidenti.

IL PRESIDENTE - La prima opportunità per il Parlamento europeo di eleggere il presidente della Commissione è la sessione di luglio II (15-18 luglio). Lui o lei ha bisogno della maggioranza assoluta in Parlamento (metà dei deputati esistenti più uno, cioè 376). Se il candidato non ottiene la maggioranza richiesta, gli Stati membri devono proporre un altro candidato entro un mese (Consiglio europeo che agisce a maggioranza qualificata).

I CANDIDATI - Nel 2019, i partiti politici europei hanno nuovamente presentato candidati per il presidente della Commissione. In una dichiarazione del 28 maggio, la Conferenza dei presidenti del Parlamento europeo (presidente del PE e leader di gruppo) si è impegnata nel "processo del candidato principale", in modo che il prossimo presidente della Commissione abbia reso noto il suo programma e la sua personalità prima delle elezioni e una campagna su scala europea.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati