Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

COVID-19: l’UE dà il primo via libera al nuovo Recovery and Resilience Facility

COVID-19: l’UE dà il primo via libera al nuovo Recovery and Resilience Facility

672,5 miliardi di euro in sovvenzioni e prestiti per sostenere i paesi dell'UE per quattro anni

di Alessia Salmoni

BRUXELLES - Lunedì, i deputati al Parlamento europeo hanno adottato il Recovery and Resilience Facility, uno strumento progettato per aiutare i paesi dell'UE ad affrontare gli effetti e le conseguenze della pandemia COVID-19. Le commissioni Bilanci e Affari economici e monetari hanno adottato gli obiettivi, il finanziamento e le regole per l'erogazione dei finanziamenti dal Fondo per il recupero e la resilienza (RRF), con 73 voti favorevoli, 11 contrari e 15 astensioni.

I NEGOZIATI - I deputati hanno inoltre adottato un mandato per avviare negoziati con i governi dell'UE con 84 voti favorevoli, 11 contrari e 4 astensioni. Vogliono che il mandato venga annunciato durante la prossima plenaria dell'11-13 novembre, per poter avviare i colloqui senza indugio.

I FINANZIAMENTI - I deputati hanno convenuto che la RFF dovrebbe essere messa a disposizione solo degli Stati membri impegnati a rispettare lo stato di diritto e i valori fondamentali dell'Unione europea. I piani nazionali di ripresa e resilienza sarebbero ammissibili al finanziamento se fossero coerenti con sei priorità dell'UE: transizione verde, trasformazione digitale, coesione economica e competitività, coesione sociale e territoriale, reazione istituzionale alle crisi e preparazione alle crisi, nonché con l'UE di nuova generazione politiche, che includono l'Agenda europea per le competenze, la Garanzia per i giovani e la Garanzia per i bambini.

IL PIANO - I deputati chiedono inoltre che ogni piano contribuisca almeno al 40% del proprio bilancio al clima e alla biodiversità e almeno il 20% alle azioni digitali. I piani dovrebbero avere un impatto duraturo sui paesi dell'UE in termini sia sociali che economici e fornire riforme globali e un solido pacchetto di investimenti.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

2021, sarà l’anno della svolta anti-Covid?

Risultati