Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Dallo sci di fondo al ciclismo la bella favola di Leonardo Di Santo

Dallo sci di fondo al ciclismo la bella favola di Leonardo Di Santo

La vittoria al Gran Premio Alessandro Fantini

di Alessia Salmoni

L'AQUILA - Nel nome di un mito del ciclismo abruzzese come Alessandro Fantini, il Team Go Fast è tornato da Fossacesia con la vittoria al Gran Premio Alessandro Fantini per merito della rivelazione Leonardo Di Santo, il nome nuovo del ciclismo abruzzese che arriva direttamente dallo sci di fondo. Dopo il terzo posto di domenica scorsa in quel di Indiprete in Molise, il giovane corridore di Opi ha dato dimostrazione del suo talento e di essere in grado di confrontarsi a viso aperto con i pari età della categoria allievi.

LA CORSA - Di Santo si è presentato al via di questa gloriosa corsa nella forma migliore dominando sia il gran premio della montagna di Fossacesia che il traguardo volante facendo la differenza da un drappello di fuggitivi per poi vincere il duello con Angelo D’Orazio dell’Acd Guarenna, relegandolo al secondo posto.

IL COMMENTO - Leonardo Di Santo è alla sua prima esperienza nel ciclismo agonistico e nei mesi invernali gareggia nello sci di fondo con lo Sci Club Opi: “È andata molto bene per me non solo per la forma in crescita ma anche per il tipo di percorso adatto alle mie caratteristiche con molta salita. Ho iniziato tardi la stagione perché fino a marzo ero impegnato con lo sci di fondo e uno sport come il ciclismo è propedeutico ai fini della preparazione. Devo dire grazie a mio padre Biagio che da praticante della bici mi ha coinvolto in questa avventura notando le mie potenzialità in bicicletta. Un grazie speciale al presidente Andrea Di Giuseppe, ai tecnici Aldo Giacchetta e Antonio Dottore che mi sono stati sempre vicino e finalmente posso godermi con gioia questa memorabile vittoria nel ciclismo”.

 

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Quirinale, Mattarella saluta: super partes o sarà crisi 13 dicembre 2021 10:01

Quirinale, Mattarella saluta: super partes o sarà crisi

L’elezione del 13° Presidente della Repubblica si presenta come una delle più delicate

ROMA - Il 3 febbraio 2022 si chiuderà ufficialmente il settennato di Sergio Mattarella, che saluterà il Quirinale dopo aver dato mandati per quattro Governi (Gentiloni, Conte I, Conte...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio: alla luce degli evidenti errori arbitrali, sarebbe giusto espandere l'utilizzo del VAR in ogni competizione calcistica?

Risultati