Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Moda

Dan John, l'azienda romana di moda uomo che crede nella ripresa

Dan John, l'azienda romana di moda uomo che crede nella ripresa

Daniele Raccah (CEO e co-founder Dan John): “Ci vuole coraggio e un pizzico di incoscienza, ma dopo i mesi di chiusura, o si osa, o si chiude"

di Alessia Salmoni

ROMA - L’azienda di moda maschile Dan John, fondata da Daniele Raccah e Giovanni Della Rocca con headquarter a Roma, sceglie di credere nella ripresa e continuare ad investire, aprendo 12 nuovi punti vendita in Italia, dei quali 3 nella Capitale, e 5 in Europa, avviando anche una campagna di nuove assunzioni.

LA SCELTA - Una mossa che può sembrare azzardata per un’azienda che per mesi è stata costretta a chiudere tutti i negozi a causa della pandemia da covid19, che ha dovuto fare i conti con restrizioni e perdite di fatturato e ancora oggi continua a vedere la sua attività limitata dai vari DPCM. Dan John, però, ha deciso di voler proseguire sulla strada intrapresa, quando è eletta dal Financial Times l’azienda europea di abbigliamento con il più alto tasso di crescita, a pochi mesi dalla nomina di Leader della crescita in Italia 2020 per il settore retail, conferita da Il Sole 24 Ore.

IL COMMENTO - “È inutile negare che l’intero comparto abbia subito delle ingenti perdite economiche in questi mesi, con merce invenduta nei magazzini e dipendenti in cassa integrazione. Ma non possiamo continuare a piangere sul latte versato, dobbiamo necessariamente reagire e guardare al futuro, altrimenti non ne usciremo mai. – Ha commentato Daniele Raccah – Se non si fa qualcosa per cambiare le cose, i mesi autunnali e invernali non solo non basteranno a coprire le perdite, ma rischiano di continuare ad essere in negativo, e il 2020 si chiuderà con un bilancio terribilmente in rosso. Noi abbiamo deciso di credere nella ripresa, investire in noi stessi e ripartire da dove avevamo lasciato, ovvero proseguire la strategia di espansione e nuove aperture.”

L'ESPANSIONE - Forte di una solidità aziendale consolidata nel tempo, che aveva portato il Gruppo a chiudere il 2019 con circa 62 milioni di ricavi, a settembre dello scorso anno Dan John aveva iniziato un percorso di espansione nazionale e internazionale, con l’apertura dei primi punti vendita esteri in Spagna e Belgio, e l’obiettivo di chiudere i ricavi 2020 a 90 milioni di euro e di raggiungere un volume di 130 milioni di vendite presso il pubblico entro il 2022. Dan John, inoltre, aveva scelto di investire sul proprio personale, sulla formazione, ma anche sulla gratificazione, lanciando il programma Erasmus, che consentiva la mobilità verso punti vendita esteri per sei mesi, con alloggio a carico dell’azienda.

VALORE UMANO AL CENTRO - “Gli eventi degli ultimi mesi ci hanno costretto a rivedere al ribasso le nostre prospettive di crescita, e ci sono stati momenti in cui sembrava impossibile venirne fuori. La nostra strategia di business, però, da sempre mette il valore umano al centro. Abbiamo scelto di tutelare la sicurezza dei nostri dipendenti, sia quella relativa alla salute, sia economica, cercando di mantenere tutti i posti di lavoro con una percentuale di stipendio il più alta possibile. Continuare a investire, seppur difficile, per noi è la soluzione per proseguire la crescita e cercare di massimizzare i fatturati, ma anche per mantenere la promessa fatta a tutti i nostri clienti, quella di garantire loro una maggior prossimità dei nostri negozi. Aprire nuovi punti vendita implica anche nuove assunzioni locali, che, soprattutto oggi, significa molto, significa la possibilità di lavorare e ripartire. I prossimi mesi saranno importanti, ma sono certo che, con il contributo di tutta la squadra, vinceremo anche questa scommessa” conclude Raccah.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

2021, sarà l’anno della svolta anti-Covid?

Risultati