Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Ippica, Milano: a San Siro si chiude la stagione 2017

Ippica, Milano: a San Siro si chiude la stagione 2017

Arkalon ha dato l'allungo giusto nel Premio Giulio Berlingieri mettendo in riga Stuke e Piraniya

di Fabio Mancuso

ROMA – Una giornata ricca di emozioni quella che ha concluso la stagione 2017 all'Ippodromo di Milano. Arkalon ha dato l'allungo giusto nel Premio Giulio Berlingieri (prova di gruppo due sui 3600 metri in siepi e riservata ai cavalli di tre anni) mettendo in riga Stuke e Piraniya con uno sprint conclusivo da autentico campione.  Il Gran Corsa Siepi (prova di gruppo uno di 4mila metri per cavalli di quattro anni e oltre) ha preso invece la via della Francia, con il successo di Champ de Bataille dopo un serrato testa a testa con Kifaaya.

GRANDI SUCCESSI – Ma le emozioni non sono certo finite nei due appuntamenti più attesi del lungo pomeriggio milanese: il Premio Ettore Tagliabue (appuntamento riservato ai saltatori impegnati sui 3600 metri del percorso in siepi) ha visto il favorito Jack The Giant estromesso dai giochi per un errore di percorso, così la vittoria è andata alla ceca Flower of Love con largo margine. Nel Premio Lainate (condizionata in steeple sui 4000 metri) Falconettei è caduto al terz'ultimo ostacolo mentre era in testa, regalando la vittoria a Northerly Wind. A Rossese l'handicap sui 2400 metri intitolato a Mirko Marcialis, a Raise The Bar l'handicap sui 1800 metri, a Tekedici il Premio Montenapoleone, mentre l'ultima gara della stagione (Premio Giulio Bassignana per la Tris-Quarte-Quinte) all'Ippodromo di Milano ha visto il trionfo di Backstage Gossip. Appuntamento al 2018 con nuovi eventi spettacolari.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Roma, giunta Raggi: avete fiducia?

Risultati