Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Cinecittà Studios: un bene da salvare

Cinecittà Studios: un bene da salvare

Firmare l'appello per preservare gli studi storici di Roma

di Flavia Cruciani

Cinecittà è il cuore della cultura cinematografica in Italia e nel mondo, un bene inestimabile per tutto il Paese che ora si sta perdendo. Cinecittà ha bisogno di un piano industriale serio che  coinvolga il Governo, le Istituzioni regionali, provinciali e comunali, le industrie cinematografiche, le televisioni e in particolare la Rai in quanto servizio pubblico, le associazioni di settore e i cittadini:un piano che sia rivolto a potenziare e rilanciare l’industria cinematografica e l’occupazione con l’obiettivo di  tornare ad essere il centro propulsore di una cinematografia italiana ed europea ai 

massimi livelli qualitativi e a formare quelli che sono stati per tanto tempo i migliori tecnici e le migliori maestranze del mondo.  
1. Un accordo tra l’ANICA, RAI e Cinecittà Studios  per riportare le produzioni cinematografiche e di Fiction a ricostruire le scenografie nei teatri di posa.    
2. Festival del Cinema Indipendente Europeo, un incontro di idee e di prodotti dell’Europa Unita, supportato e riconosciuto dai Paesi Membri, dove la giovane  cultura del Vecchio Continente si confronta, si espone e si offre al mercato, ampliarlo con il mercato televisivo Europeo. Cinecittà deve diventare una  “CITTADELLA DELLA CREATIVITA”, iniziando con gli uffici dedicati agli autori, scrittori e sceneggiatori, uffici per le Associazioni di Categorie dello spettacolo, alle redazioni dei giornali cinematografici e di spettacolo. Per arrivare ad attività  socioculturale e di sviluppo aprendo le porte alle attività formative e performative  dello Spettacolo dal Vivo come il Teatro, la Danza e la Musica, organizzando spazi e servizi. 
3 . Cinecittà va restaurata e valorizzata dal punto di vista architettonico, per creare le premesse di questa nuova ricettività internazionale e di questo rilancio della nostra industria cinematografica.
4. Allo scopo di potenziare il richiamo turistico, a Cinecittà va realizzato uno spazio espositivo  che accolga e accompagni i visitatori (a partire dalle scuole, fino al turismo internazionale) alla scoperta della Città del Cinema. 
 
Roma e l’Italia hanno bisogno di un’industria cinematografica forte, nuovamente competitiva, in grado di attrarre investimenti italiani ed esteri così come avveniva in passato. Firmando l'appello, si cerca di evitare che gli studi vengano distrutti e al loro posto nasca un nuovo angolo di cemento della città, senza storia e senza passato. È possibile aderire alle proteste sul sito http://www.artnove.org/
data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati