Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Di Maio punta sul Green New Deal italiano

Un lungo post in difesa delle scelte ecologiste nella bozza della legge di bilancio

di Stefania Abbondanza

ROMA - Luigi Di Maio ha lanciato un duro comunicato in un post su Facebook in cui si scaglia contro i suoi ex alleati e parla della dibattuta «plastic tax» contenuta nella bozza della legge di bilancio: «Vedo che è nato un dibattito surreale sulla plastic tax, quindi vorrei mettere le cose in chiaro. Qui abbiamo sentito e visto partiti politici che per anni ci hanno detto: rispettiamo l’ambiente, amiamolo, pensiamo al futuro. E nel frattempo però, mentre si riempivano la bocca di queste belle parole, trivellavano i mari, inauguravano nuovi inceneritori, rievocavano il nucleare. La Lega - prosegue Di Maio - lo ha fatto anche al governo insieme a noi e li abbiamo sempre fermati. Per questi signori qui l’ambiente è un pozzo per fare soldi e basta, alcune inchieste della magistratura lo hanno dimostrato».

IL GREEN NEW DEAL - Quindi un governo ecologista o che cerca nel giovane, o ringiovanito, movimento ecologista un valido supporto. Un tema, quello ambientale, da sempre caro al Movimento 5 Stelle, ma raramente così tanto difeso: «il MoVimento 5 Stelle la sua scelta l’ha fatta tanto tempo fa: difendere l’ambiente, introdurre nuovi meccanismi per rimettere la nostra economia su un binario più sostenibile e continuare a crescere».

LE IMPRESE - Oltre all’ambiente, arriva anche il turno del portafoglio, quello che gli italiani, con questa nuova tassa, hanno paura di sentirsi più leggero: «Ai cittadini [il governo] ha promesso un Green New Deal, un grande piano per l’ambiente: vero, concreto, davvero per il futuro dei nostri figli e delle nostre imprese, per renderle più competitive sui mercati internazionali».

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati