Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Moda

Dolce&Gabbana firma i costumi della prossima 'Traviata' alla Scala di Milano

Dolce&Gabbana firma i costumi della prossima 'Traviata' alla Scala di Milano

Saranno del marchio italiano gli abiti di Violetta e di Flora, protagoniste della prima ripresa dell'attività operistica dopo lo stop per il Covid

di Federico Marconi

MILANO - Sono di Dolce&Gabbana le firme sugli abiti di Violetta e di Flora per la prima 'Traviata' di Zubin Mehta alla Scala, con cui Piermarini riprende l'attività operistica dopo lo stop per il Covid. L'opera di Giuseppe Verdi verrà proposta come un concerto con le voci di Marina Rebeka, Atalla Ayan e Leo Nucci.

MARINA REBEKA - Marina Rebeka, tra le voci di soprano più richieste dai teatri di tutto il modo, ha cantato la parte di Violetta tra l'altro alla Wiener Staatsoper, al Metropolitan di New York e all'Opéra di Parigi prima di interpretarla alla Scala, dove aveva debuttato nel 2009 come Contessa di Folleville nel Viaggio a Reims. Tra i prossimi impegni spicca la parte di Desdemona nell'Otello diretto da Zubin Mehta all'Opera di Firenze. Sarà anche lei, nelle vesti di Violetta, insieme a Chiara Isotton, interprete di Flora,  le indossatrici degli abiti creati apposta per loro da Domenico Dolce e Stefano Gabbana, che dal 2015 sono Fondatori Sostenitori del Teatro.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

2021, sarà l’anno della svolta anti-Covid?

Risultati