Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Elena Ferrari tra le cinquanta donne italiane più influenti nel mondo digitale

Elena Ferrari tra le cinquanta donne italiane più influenti nel mondo digitale

La docente è stata scelta nell’ambito della prima edizione italiana “Inspiring Fifty”

di Anna Arena

VARESE – Elena Ferrari, docente di Informatica dell’Università degli Studi dell’Insubria è una delle 50 donne italiane più influenti nel settore della tecnologia. Per la prima volta quest’anno, infatti, è arrivata in Italia “Inspiring Fifty” l’iniziativa europea che seleziona le 50 donne più influenti nel mondo della tecnologia: imprenditrici, top manager di azienda, influencer, ricercatrici ed esponenti delle istituzioni che si sono distinte nel corso dell’anno per essere eccellenze del mondo tecnologico.

LA PROFESSORESSA - La professoressa Ferrari è docente dei corsi di Laurea in Informatica del Dipartimento di Scienze Teoriche ed Applicate dell’Università degli Studi dell’Insubria; studiosa di Privacy, Cybersecurity e Big data, per le sue ricerche in questo settore ha ottenuto altri prestigiosi riconoscimenti internazionali come nel 2014 l’“IBM Faculty Award” e il Technical Achievement Award 2009, attribuito dalla IEEE Computer Society.

IL COMMENTO - «Sono molto contenta e onorata per questo riconoscimento, che premia la mia attività di ricerca e quella del mio gruppo. Spero incentivi le ragazze a iscriversi a un corso di Laurea in Informatica: sono, infatti, ancora troppo poche e si precludono l’accesso a una professione interessante e che non conosce crisi. Le aspetto in aula ai corsi di Informatica dell’Università dell’Insubria!» ha commentato la professoressa Ferrari.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati