Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

Energia Sardegna, pastori: caro carburante? Serve “aiuto”

Energia Sardegna, pastori: caro carburante? Serve “aiuto”

“Qui raffineria più grande europa, assurdo pagare così tanto”

CAGLIARI - Utilizzare i maggiori ricavi che la Saras sta ottenendo dall'aumento del costo del carburante, per calmierare i costi sostenuti dai sardi. Questa la richiesta del Movimento pastori sardi, indirizzata alla giunta regionale guidata da Christian Solinas. "L'agricoltura e l'allevamento stanno attraversando uno dei momenti più drammatici della loro storia- spiega il Movimento guidato dal leader storico, Felice Floris-. Dobbiamo affrontare nello stesso tempo le avversità climatiche e un mercato nazionale impazzito in cui, già dal mese di settembre, si sono osservati aumenti esponenziali del prezzo delle materie prime, dei concimi, delle semenze, dei mangimi e dell'energia". Il governo italiano per i pastori "è stato incapace e miope nel prevedere e prevenire questi processi e alleviarne le conseguenze. La guerra e le scelte politiche internazionali dell'Italia costituiscono, in questo quadro, non tanto l'elemento scatenante della crisi economica in corso, ma un fattore moltiplicatore".

LA RAFFINERIA - In Sardegna c'è la raffineria di petrolio più grande d'Europa, ricordano i pastori, "ma paghiamo comunque a caro prezzo gasolio e benzina. Abbiamo un grosso polo chimico che fa anche concimi, e i costi rimangono altissimi per i pastori sardi. Abbiamo dighe, il sole e il vento, produciamo il doppio dell'energia del nostro fabbisogno, eppure da sempre la paghiamo molto più cara del resto d'Italia". Per questo, la Regione deve utilizzare "i maggiori ricavi dati dall'aumento del gasolio che la Saras versa nelle casse regionali per calmierarne i costi per i sardi- sottolineano- e programmare in seno al Psr incentivi atti alla produzione di grano per uso alimentare e granaglie per uso zootecnico". Non basta. "Deve essere vietata la produzione di mais e altre foraggere ad uso energetico nelle aree irrigue- spiegano i pastori- e le stesse devono essere sostenute per la produzione di prodotti zootecnici".

FONTE e FOTO: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo