Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

Erasmus + finanzierà la mobilità esistente tra Regno Unito e UE

Erasmus + finanzierà la mobilità esistente tra Regno Unito e UE

I programmi esistenti di mobilità per l'apprendimento tra Regno Unito e UE saranno finanziati fino al completamento

di Giulio Calenne

BRUXELLES - La commissione per la cultura sosterrà il finanziamento continuo a tutte le attuali attività di mobilità per l'apprendimento Erasmus +, nel caso di una Brexit senza accordo. La commissione per la cultura del Parlamento europeo ha discusso con la Commissione europea le nuove misure di emergenza proposte per il programma Erasmus +, qualora il Regno Unito lasciasse l'UE senza un accordo.

LA LEGISLAZIONE - La legislazione proposta stabilisce che tutte le attività di mobilità nell'ambito dell'attuale programma Erasmus + avviato prima del 30 marzo 2019 saranno finanziate fino al completamento (per un massimo di 12 mesi). Ciò includerà studenti britannici, tirocini, apprendisti e personale impegnato in attività di mobilità nei paesi dell'UE e viceversa.

I RAPPRESENTANTI - I rappresentanti della Commissione hanno sottolineato che questa decisione non avrà alcuna incidenza sul bilancio, in quanto il bilancio complessivo del programma è già stato approvato nell'ambito dell'attuale bilancio a lungo termine.

LA PROCEDURA - Affinché tale legislazione sia adottata ed entri in vigore prima del 30 marzo 2019, la commissione per la cultura seguirà una procedura semplificata. Martedì sono stati presentati due emendamenti alla proposta della Commissione europea, sottolineando che questa nuova legge si applicherebbe solo in caso di Brexit "senza accordo" e spiegando il motivo per cui i parlamenti nazionali non possono essere consultati nell'ambito di questa procedura.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati