Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Editoriali

Estate, passiamola in Italia

Estate, passiamola in Italia

L’emergenza coronavirus potrebbe impedire ferie estive lontano dal nostro territorio nazionale, ma non è detto che sia un male

di Matteo Spinelli

L’estate è, per antonomasia, la stagione del divertimento, della libertà, della spensieratezza e dei momenti che poi, durante tutto l’anno, terremo con noi, rivivendoli attraverso le foto che hanno immortalato quegli attimi spensierati. Le nuotate, le cene con gli amici, le vacanze, le notti che non hanno orario. L’estate è felicità. Eppure quest’anno, non sarà così. O meglio, non sarà pienamente così.

La pandemia da coronavirus che ha colpito tutto il mondo, infatti, ha minato pesantemente la vita di ognuno di noi, rimodulando la quotidianità e i progetti per il futuro. Niente viaggi, niente contatti sociali ed un futuro immediato più che incerto. Molte figure istituzionali, seppur con un certo riserbo, hanno tentato di rassicurarci, garantendo che le ferie estive potranno essere, in qualche modo, possibili.

Ombrelloni distanziati, strutture attrezzate ad hoc e norme precise di comportamento sulla spiaggia, oltre alle dovute accortezze per chi, magari, non sceglierà la classica estate marittima. In attesa di saperne di più, però, una cosa è (quasi) certa. Le nostre vacanze estive, con tutta probabilità, si svolgeranno totalmente in Italia. I vari governi nazionali, infatti, non sembrano orientati a garantire gli spostamenti all’estero, onde evitare una nuova ondata di focolai da covid-19.

Ma, come si dice, non tutti i mali vengono per nuocere. Volendo vedere il lato positivo della questione – massimizzando all’estremo quel “andrà tutto bene” che da quasi due mesi accompagna le nostre giornate di quarantena – potremmo vedere questa come l’estate giusta per goderci e scoprire, seppure con le limitazioni del caso, la nostra Italia.

Le varie isole greche sparse per l’Egeo, le coste iberiche, gli scenari bucolici e brulli dei Balcani o le grandi capitali europee, potrebbero lasciare spazio alla scoperta dei borghi rurali della Toscana o alle bellezze marittime nostrane disseminate tra il Salento, la Sardegna, la Sicilia, la Costiera Amalfitana, l’Isola d’Elba e le tante altre meraviglie offerte dal Mediterraneo italiano.

La riscoperta del nostro territorio – che sia tra i verdi pascoli e gli agriturismi delle Marche o sui fondali della Maddalena, oppure ancora tra le vie dell’eterna Roma – potrebbe farci pesare di meno un’estate condizionata da un nemico silenzioso che ha stravolto le nostre vite, ma che non spegnerà la nostra voglia di spensieratezza estiva.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati