Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Eurotour: nell’Oman Open al vertice Kurt Kitayama

Eurotour: nell’Oman Open al vertice Kurt Kitayama

All’Al Mouj Golf di Muscat buon avvio anche di E. Molinari, Gagli, Bergamaschi, Bertasio e Manassero

di Stefania Abbondanza

OMAN - Lo statunitense Kurt Kitayama è al vertice con 66 (-6) colpi nell’Oman Open (European Tour) sul percorso dell’Al Mouj Golf (par 72), a Muscat in Oman. Sono nella prima metà della graduatoria Andrea Pavan, 30° con 71 (-1), Edoardo Molinari, Lorenzo Gagli, Filippo Bergamaschi, Nino Bertasio e Matteo Manassero, 44.i con 72 (par), e appena oltre Renato Paratore e Guido Migliozzi, 76.i con 73 (+1).

PRIMO - Kitayama precede di misura lo scozzese Scott Jamieson e il giapponese Yusaku Miyazato (67, -5) e di due colpi i francesi Raphael Jacquelin, Adrien Saddier e Alexander Levy, il belga Thomas Pieters, l’inglese David Horsey, lo spagnolo Alejandro Cañizares e Scott Vincent dello Zimbabwe (68, -4). E’ 11° con 69 (-3) l’olandese Joost Luiten, campione in carica.

CALIFORNIANO - Kurt Kitayama, 26enne di Chico (California), che dopo aver iniziato la carriera sul PGA China Tour ha ottenuto il suo primo titolo sull’European Tour a dicembre (Mauritius Open) appena alla terza gara disputata dopo aver preso la ‘carta’ alla Qualifying School, ha segnato un eagle e quattro birdie senza bogey per la leadership. Andrea Pavan, partito dalla buca 10, dopo aver realizzato cinque birdie e un bogey, è stato penalizzato da un triplo bogey sul green finale. Tre concorrenti non hanno concluso il turno fermati per l’oscurità dopo 17 buche, ma non apporteranno variazioni alla classifica. Il montepremi è di 1.750.000 dollari (circa 1.540.000 euro).

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati