Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Games

FaceApp: per l'FBI è una potenziale banca dati in mano ai russi

FaceApp: per l'FBI è una potenziale banca dati in mano ai russi

Dichiarazioni da Guerra Fredda da parte dell'Fbi per l'app nata in Russia e divenuta un fenomeno virale qualche mese fa

di Federico Marconi

ROMA - FaceApp potrebbe essere uno strumento in mano ai russi per raccogliere dati sul riconoscimento facciale. L’app permette agli utenti di simulare il proprio volto invecchiato, con risultati spesso eccezionali. La simpatia e la novità del gioco resero l’app famosissima per poco tempo, poi il fenomeno come arrivò, sparì. 

I SOSPETTI - Alcuni politici statunitensi, però, alzarono la questione relativa all’utilizzo dell’immagine. Il senatore Chuck Schumer,aveva chiesto l'apertura di un'indagine nazionale sulla sicurezza da parte del Federal Bureau of Investigation e della Federal Trade Commission. 

L’FBI - Ora è arrivata l’eloquente risposta dell’FBI, secondo cui FaceApp è una minaccia in mano russa per la sicurezza nazionale. Grazie a questa app, quindi, i russi avrebbero raccolto informazioni sui 30 milioni di profili che hanno effettuato il download. Ad affermarlo è Jill Tyson del Bureau in una lettera a Schumer: «L'FBI considera ogni applicazione mobile o prodotto analogo che sia stato sviluppato in Russia, ad esempio FaceApp, come una potenziale minaccia di controspionaggio, sulla base dei dati raccolti, delle politiche relative a privacy e termini di utilizzo e dei meccanismi legali che permettono al governo russo di accedere ai dati conservati entro i confini russi».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati