Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

mercoledì 16 settembre 2020 - 11:36
Facebook contro il cambiamento climatico, nasce il centro informazioni

Facebook contro il cambiamento climatico, nasce il centro informazioni

Zuckerberg: urge agire, le nostre attività saranno a emissioni zero nel 2020

di Valerio Cruciani

ROMA - Anche Facebook scende in campo contro il cambiamento climatico. Dopo l'annuncio di Google che ha assicurato di diventare a breve un'azienda carbon-free, ora anche l'azienda di Mark Zuckerberg sceglie da che parte stare, annunciando la creazione di un centro sulla climatologia che raccoglie notizie fornite da fonti autorevoli insieme alle buone pratiche per ridurre l’impronta ambientale. Un'iniziativa già attiva negli Stati Uniti, Francia, Regno Unito e Germania, pronta in occasione della Settimana del clima, in programma dal 21 al 27 settembre. 

IL CENTRO INFORMAZIONI - Il centro informazioni sul clima ricalca nell’approccio quello sul Covid lanciato dal social nei mesi scorsi. Nel dettaglio - spiega la piattaforma in una nota - fornirà materiale informativo da fonti attendibili come come il Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico (Ipcc) e il Programma ambiente dell’Onu (Unep), L’organizzazione meteorologica mondiale, l’agenzia Usa per la meteorologia (Noaa) e il servizio meteorologico del Regno Unito (Met Office). "Come abbiamo visto con gli incendi violenti nella costa occidentale degli Stati Uniti e le inondazioni nel Sud Sudan e in Asia meridionale, è chiaro che il cambiamento climatico è reale e la necessità di agire diventa ogni giorno sempre più urgente", scrive il Ceo Mark Zuckerberg in un post in cui evidenzia gli impegni di Facebook per l’ambiente. "Per rispettare l’Accordo di Parigi limitando l’aumento delle temperature a 1,5 gradi centigradi, le emissioni globali nette dovranno essere zero entro il 2050. Per aiutare a raggiungere questo obiettivo - sottolinea Zuckerberg - le operazioni mondiali di Facebook raggiungeranno le emissioni zero entro il 2020, e prevediamo di arrivare alle emissioni zero in tutta la nostra filiera nel 2030".

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati