Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

Far innamorare di un borgo grazie alle cartoline postali

Far innamorare di un borgo grazie alle cartoline postali

A realizzare il progetto ci ha pensato Pemcards, startup toscana

di Silvia de Mari

ORVIETO – Sta per prendere il via la seconda edizione di “Innamorati di Orvieto”. Il 14 febbraio, giorno di San Valentino, 100 coppie di giovani e meno giovani, in rappresentanza delle varie associazioni della città, scatteranno una loro personale foto di Orvieto che tramite una app diventerà una cartolina vera e propria e verrà spedita ad altrettanti destinatari che riceveranno fisicamente a casa l’invito a visitare la città del Duomo, quando sarà possibile ricominciare a viaggiare.

IL PROGETTO - A realizzare il progetto ci ha pensato Pemcards (www.pemcards.com), startup toscana incubata presso il Polo Tecnologico di Navacchio, a fornire l’infrastruttura, attraverso un uso “moderno” e sofisticato delle cartoline postali. Pemcards permette di sfruttare le migliaia di fotografie scattate ogni giorno da possessori di smartphone trasformandole in vere cartoline, proprio come quelle di una volta. L’App permette poi di realizzare la dedica, firmare la foto e spedirla in tutto il mondo, che stampata e postalizzata arriverà fisicamente al destinatario nella propria cassetta postale.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati