Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

FCI Puglia, Unpli Puglia e Autodromo del Levante: tutti uniti per la ripartenza

FCI Puglia, Unpli Puglia e Autodromo del Levante: tutti uniti per la ripartenza

La ripartenza del ciclismo col progetto “Camìn, Salut e Pedala”

di Giordano D'Angelo

BARI - Il ciclismo pugliese riparte nella Fase-3 con un entusiasmo ritrovato, nuovi stimoli ed interesse grazie al progetto “Camìn, Salut e Pedala”, nato dalla sinergia tra il comitato regionale FCI Puglia, l’Autodromo del Levante (gestito dalla società “Safe&Emotion”) e l’Unpli Puglia (l’unione delle Pro Loco regionali).

IL PROGETTO - Il progetto intende promuovere la libertà di fare sport con un’attenzione rivolta alla sicurezza, al patrimonio culturale e turistico della Puglia. Grazie al lavoro certosino dei dirigenti pugliesi della Federciclismo e dell’Autodromo del Levante (struttura che si trova alle porte di Binetto, 20 chilometri dal capoluogo barese) si è riusciti a portare avanti questa iniziativa per consentire alle squadre giovanili pugliesi di pedalare lontano dal traffico veicolare ed essere assistiti dai tecnici rispettando le norme del distanziamento sociale. L’iniziativa è partita ufficialmente lo scorso fine settimana e si rinnoverà nel weekend di sabato 13 e domenica 14 giugno. Accedendo all’Autodromo in modo scaglionato e controllato, è possibile praticare sport, passeggiare in bicicletta, ma anche correre e camminare in un ambiente al sicuro e dotato di servizi ed assistenza.

UNPLI PUGLIA - A dare manforte a questa ripartenza dell’attività ciclistica regionale anche l’Unpli Puglia che organizza manifestazioni culturali, esposizioni e degustazioni gastronomiche, nonché una panoramica sulle tradizioni e le bellezze culturali della regione. Le prime società giovanili pugliesi a varcare le porte dell’autodromo sono state la Pro. Gi.T. Cycling Team di Bari, l’Acd Terra di Puglia e l’Andria Bike di Andria, il Team Bike Revolution di Palo del Colle e il Ciclo Team Laerte di Laterza con al seguito un ridotto numero di tecnici e di accompagnatori autorizzati.

IL RINGRAZIAMENTO - «Un doveroso ringraziamento per la disponibilità all’Autodromo del Levante che per la prima volta si è aperto ad eventi non soltanto prettamente motoristici – ha commentato Giuseppe Calabrese, presidente del comitato regionale Federciclismo Puglia –. Finalmente stiamo uscendo fuori dall’emergenza con le dovute cautele e ogni attività deve essere calibrata in sicurezza. Anche nelle altre regioni italiane si sta varando la possibilità di pedalare negli autodromi che sono luoghi ideali per il mantenimento delle distanze interpersonali assicurando al contempo i servizi essenziali. All’interno della struttura, sono disponibili ben 16 box nei quali possono sostare massimo due atleti, così come rendiamo obbligatorio l’utilizzo della mascherina prima di salire in bicicletta. L’autodromo si è reso disponibile ad organizzare in futuro una vera manifestazione agonistica. Così come dovremo strutturare le prossime competizioni soprattutto su base regionale e provinciale, in modo da ridurre al minimo gli spostamenti. Senza abbassare la guardia, questa opportunità è un segno di rinascita di tutta l’attività ciclistica in Puglia ed è il miglior viatico per ritrovare la normalità e fare quello che abbiamo sempre fatto con la promozione del ciclismo nella nostra regione».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati