Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

Fedegroup riapre le porte di 16 ristoranti in hotel

Fedegroup riapre le porte di 16 ristoranti in hotel

In 8 regioni d’Italia e lancia un nuovo progetto a Verona

di Bianca Franchi

ROMA - Innovative procedure di sicurezza per la tutela della salute del cliente, corsi di aggiornamento del personale per garantire un servizio adeguato alle nuove normative, un’offerta food&beverage creativamente rivisitata per allinearsi alle attuali modalità di consumo e regole igieniche, e implementazione di nuovi sistemi digitali di prenotazione sono alcune delle principali condizioni che guidano il rilancio dell’attività di Fedegroup, azienda leader nella ristorazione per l’hotellerie, che dopo 3 mesi di lockdown riapre le porte di ben 16 ristoranti in hotel -collocati in alcune strutture dei più prestigiosi gruppi alberghieri internazionali come Starhotels, Gruppo UNA e Leonardo Hotels e inaugura il nuovo Ristorante Da Vinci all’interno del Leonardo Hotel Verona.

LO SFORZO - Un grande sforzo creativo ed economico per contribuire in maniera adeguata e convincente alla nuova fase di rilancio del turismo italiano e ristabilire quel sentimento di fiducia che da sempre il pubblico, straniero e locale, ripone nella ristorazione e nell’ospitalità del nostro Bel Paese, specie in alcune città storiche da Napoli, con il Ristorante La Cucina (Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel), a Milano con Clash Restaurant (NYX Milan Hotel) e Orto Green Food & Mood (Starhotels E.C.HO), passando per Trento con il Ristorante Clesio (Grand Hotel Trento) e Trieste con il Savoy Restaurant (Savoia Excelsior Palace – Starhotels Collezione). Senza dimenticare il prestigioso Ristorante Sapordivino di Siena (Grand Hotel Continental), lo storico Caffè Pedrocchi di Padova e Ròseo Euroterme Wellness Resort di Bagno di Romagna.

IL COMMENTO - «Fedegroup si conferma un partner strategico per gli hotel italiani. Grazie al nostro spirito innovativo e creativo siamo riusciti infatti a proporre soluzioni di ristorazione adeguate ai tempi che stiamo vivendo senza rinunciare in alcun modo alla qualità che contraddistingue da ormai 15 anni la nostra offerta.»  – dichiara Roberto Imperatrice, CEO di Nabucco SRL, società proprietaria di Fedegroup – «In questi mesi di lockdown non ci siamo mai fermati per studiare insieme ai nostri chef, sommelier e responsabili di sala menù, mise en place e servizi capaci di soddisfare ogni richiesta di un pubblico oggi ancora più attento ed esigente. Stiamo tutt’ora lavorando per riaprire altri 15 ristoranti a settembre e inaugurare la stagione autunnale con il 70% delle nostre strutture operative».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati