Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

Federconsumatori contro Ryanair: “Non rimborsa i viaggi, sospendere la licenza”

Federconsumatori contro Ryanair: “Non rimborsa i viaggi, sospendere la licenza”

Nonostante il nuovo Dpcm “Ryanair si ritiene superiore alle regole” scrive la federazione in una nota

di Alessia Salmoni

ROMA - Federconsumatori torna ad attaccare la compagnia di low cost irlandese Ryanair: “Ancora una volta Ryanair non si fa scrupolo di lucrare sull’emergenza sanitaria, ledendo il diritto degli utenti al rimborso dei biglietti non utilizzabili a causa della pandemia” scrive la Federazione in una nota. Con l’entrata in vigore del nuovo Dpcm, fino al 3 dicembre, vengono vietati dalle zone rosse gli spostamenti delle persone fisiche, se non per comprovate necessità di salute o di lavoro. “Ciò significa che, analogamente a quanto accaduto la scorsa primavera, i viaggi previsti nelle prossime settimane non saranno fruibili proprio in ottemperanza a tali normative” scrive Federconsumatori, che aggiunge: “E’ logico applicare la rimborsabilità già adottata per i titoli di viaggio durante il lockdown anche a quelli previsti per le prossime settimane. A quanto pare, però, Ryanair si ritiene superiore alle regole: numerosi utenti si sono rivolti a Federconsumatori riferendo il rifiuto da parte del vettore di rimborsare i biglietti in questione, sia sotto forma di voucher che attraverso la restituzione dell’importo versato, nonostante l’oggettiva impossibilità di utilizzo dei titoli di viaggio proprio in ragione di quanto previsto dalla normativa anti-Covid”.

LA RICHIESTA - “La condotta della compagnia lede il diritto degli utenti a ricevere il rimborso e si manifesta peraltro in un periodo di grave crisi socioeconomica - continua la nota di Federconsumatori -. Con ogni evidenza l’intenzione del vettore è quella di approfittare di una situazione di particolare difficoltà e di un contesto normativo in continua evoluzione per incrementare i profitti, senza considerazione alcuna della normativa vigente e dei diritti dei clienti. A fronte di una condotta assolutamente inaccettabile abbiamo trasmesso una segnalazione ad ENAC e Antitrust chiedendo di bloccare la condotta in questione, se necessario anche revocando la licenza operativa per gli aeroporti italiani” conclude, quindi, la Federazione.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati