Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Filtro automatico sul porno in rete: la proposta della Lega arriva alla Camera

Filtro automatico sul porno in rete: la proposta della Lega arriva alla Camera

L’idea è quella di imporre un parental control sbloccabile solo dal titolare del contratto di accesso alla rete

di Bianca Franchi

ROMA - Un filtro automatico per bloccare il porno ai minorenni: questa la nuova proposta della Lega presentata alla commissione competente alla Camera, in attesa del passaggio in Aula. Si vuole proporre di imporre un filtro “parental control” su tutti i contenuti rilevati come sensibili che può essere disattivato solo dal titolare del contratto di accesso alla rete. Così, il porno online non sarà più usufruibile se non attraverso l’esplicito consenso di chi paga per il contratto, genitori o comunque maggiorenni. Il filtro dovrebbe essere valido sia per gli operatori di telefonia che per quelli di reti televisive e di comunicazioni elettroniche. Dalla camera è arrivato l’ok per non far scadere i termini del decreto, previsti per il 29 giugno, motivo per cui non è detto che ci sarà tempo per le votazioni sulle modifiche.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati