Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Gli studenti fuorisede scrivono a Mattarella: "Vogliamo votare nella città dove studiamo"

Gli studenti fuorisede scrivono a Mattarella: "Vogliamo votare nella città dove studiamo"

La loro proposta di legge è arrivata al Parlamento, ma gli studenti non si fermano

di Maria Chiara Fantauzzi

BOLOGNA - "Il diritto di voto non può essere limitato", sancisce la nostra Costituzione, e per questo il collettivo Peppe Valarioti, che da mesi si batte per garantire il voto a distanza, scrive a Sergio Mattarella per manifestare la preoccupazione in merito alla mancata applicazione di un diritto che non viene garantito. I ragazzi e le ragazze del collettivo hanno già fatto molto: la loro proposta, infatti, è arrivata in Parlamento ed è sottoposta all'attenzione dei capigruppo dal presidente della commissione Affari costituzionali Giuseppe Brescia (M5S). 

LA RINUNCIA - Il think tank di studenti e studentesse, principalmente proveniente dalla Calabria. vuole sensivilizzare la cittadinanza sul tema attraverso iniziative portate avanti con altre associazione della Regione. Secondo loro, la Calabria “non può rinunciare al voto dei fuorisede, nella maggior parte dei casi giovani studenti e lavoratori, il cui voto è tendenzialmente scevro da condizionamenti mafiosi”. Allo stesso tempo, in considerazione dell'attuale situazione sanitaria, per i membri del collettivo "non si può chiedere ai fuorisede di scegliere tra il diritto al voto e quello alla salute, rischiando di contagiarsi e contagiare per tornare a votare”. Un diritto che, oltre che regionale, interessa infatti tutti coloro che, volenti o nolenti, sono distanti dalla propria Regione di appartenenza e non hanno il diritto di votare a distanza.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati