Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Greenpeace in azione contro Generali

Greenpeace in azione contro Generali

«Basta carbone, senza eccezioni. Il leone di Trieste dia priorità a tutela di salute, clima e ambiente»

di Stefania Abbondanza

TRIESTE – Attiviste e attivisti di Greenpeace sono entrati in azione questa mattina a Trieste, in occasione dell’assemblea degli azionisti di Assicurazioni Generali, portando una riproduzione di una centrale a carbone proprio all’ingresso del Palazzo dei congressi della Stazione marittima, sede dell’evento. Gli attivisti e le attiviste hanno protestato pacificamente per denunciare gli inquinanti affari che il gruppo assicurativo continua a tenere in piedi nel settore del carbone, la fonte energetica con le più alte emissioni di CO2.

IL COMMENTO - Le attiviste e gli attivisti sono stati infine portati via dalle forze dell’ordine dopo aver opposto resistenza passiva. Al momento sono trattenuti in Questura. «Le centrali che Generali assicura producono un impatto ambientale e sanitario enorme», dichiara Luca Iacoboni, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia. «Se, come ha più volte dichiarato di voler fare, il gruppo triestino vuole davvero proteggere le persone e svolgere un ruolo importante nella lotta ai cambiamenti climatici, deve abbandonare subito il carbone, senza alcuna eccezione. La scienza ci dice che abbiamo pochi anni per invertire la rotta e salvare il clima globale, non è dunque più il tempo delle mezze soluzioni. Generali deve decidere, o diventa parte della soluzione o resta inesorabilmente parte del problema».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati