Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Guardiacivica lancia l'assistenza via WhatsApp

Guardiacivica lancia l'assistenza via WhatsApp

Le informazioni verranno ricevute sottoforma di spot molto sintetico e non invadente

ROMA – GUARDIACIVICA – Associazione per la difesa dei diritti dei Cittadini Utenti Consumatori – ha avviato, grazie ai sostenitori del progetto "Adotta un Comune", il SERVIZIO GRATUITO  di Comunicazione ed Assistenza sulla piattaforma telematica WHATSAPP  per tutte le Imprese ed i Cittadini Utenti Consumatori residenti nei Comuni Italiani.

Chi volesse aderire o sfruttare tale occasione dovrà comunicare il proprio numero di telefono cellulare all’085-4714060 o 347-0862930 (anche su whatsapp) e successivamente Guardiacivica erogherà il servizio gratuito.

Le informazioni che verranno ricevute – sottoforma di spot molto sintetico e non invadente – saranno solo quelle prioritarie e di una certa urgenza. Una volta ricevute, i cittadini potranno chiedere chiarimenti, notizie ed approfondimenti anche via mail agli indirizzi guardiacivica.consumatori@gmail.com o info@guardiacivica.it

 Le materie trattate riguarderanno acqua, alimentazione, alimenti, ambiente, animali, scuola, lavoro, assicurazioni, economia, banche, risparmio, borsa e finanza, casa, commercio, dipendenze (droga, alcool, gioco, fumo), energia, illuminazione pubblica, famiglia, istruzione, lavoro, mutui, prezzi, fisco, previdenza, risparmio, privacy, psicologia della salute, salute, sanità, sicurezza, telefonia, trasporti, tributi, truffe informatiche, turismo, utenze, pubblica amministrazione, bilanci pubblici, patto di stabilità, case popolari, appalti, rifiuti, compostaggio di comunità e altre varie ed eventuali.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Parlamento, zona franca 25 maggio 2020 10:03

Parlamento, zona franca

I politici di casa nostra, anche durante il lockdown, hanno continuato a non dare il buon esempio

ROMA - “Quis custodiet ipsos custodes?”, o per meglio dire (visto che con la didattica a distanza di latino sul pc, ultimamente, se ne sta leggendo molto) “chi sorveglierà i...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati